Pubblicato in: articoli ospiti

Boston Marathon

Last week I had the privilege of running my first marathon, and to do so in Boston which is one of the best known ones and supported ones in the world. It may sounds a little masochistic, but I loved it. The days leading up to the race were already very atmospheric. The whole city seemed involved in one way or another. Runners everywhere.

Lunedì scorso ho avuto la possibilita di correre la mia prima maratona, e per di più a Boston, una delle maratone piu celebri e seguite nel mondo. Saro un po masochista, ma mi sono divertito un sacco! L’atmosfera a Boston già nei giorni che precedevano la gara era molto particolare. Tutta la città si stava preparando. Sembrava che tutti si stavano allenando! 

Image

My preparation in the months before the run was pretty straightforward and completely unscientific – I basically just ran. Longer runs if I was feeling good, and shorter ones if I was tired or didn’t have time. It worked well enough for most of the race, where I felt great. The crowds, the support, the adrenalin… I just went for it and soaked it all in. This was until somewhere close to km 30 / mile 20…

I miei allenamenti negli ultimi mesi sono stati abbastanza semplici e assolutamente non scientifici: mi sono messo a correre! Di piu nei giorni quando mi sentivo in forma, meno quando ero stanco o non avevo tempo. Per la maggior parte del percorso e andato tutto bene e mi sentivo alla grande. La gente, il tifo, l’adrenalina… correvo e assorbivo tutto d’un fiato. Fino al kilometro 30…

Image

I guess this was the point where some specific training would have helped. The famous “wall” you hit. Maybe where going slower at the beginning would have been a good idea. Anyway, took a number of walking breaks, ate and drank a little, and carried on to the end. The last few km got easier again as the end was in sight and the support reached an ever higher level. And then that was that! Done, finished. Something which had been the focus of the last few months was over, but leaving behind great memories! And for any of you seeking inspiration – the oldest runner who completed the course this year was 83. So – tempted to run next year? 🙂

Mi sa che a questo punto una preparazione specifica sarebbe stata utile. Dev’essere questo il famoso “muro” di cui si parla. Forse se avessi corso un po più piano all’inizio sarebbe andata meglio. Comunque facendo qualche piccola pausa, mangiando e bevendo un po, sono riuscito a continuare fina alla fine. Gli ultimi chilometri sono diventati di nuovo più facili con l’arrivo in vista e un tifo ancora piu assordante. E poi – finito! Qualcosa che era stato un obbiettivo astratto negli ultimi mesi si era non solo concretizzato, ma era finito – lasciando dei bellissimi ricordi. E per quelli che cercano ispirazione, il corridore piu anziano che ha finito il percorso quest’anno aveva 83 anni. Allora – chi viene l’anno prossimo? 🙂

Pubblicato in: inghilterra, turismo, vacanze

partenza

e domani, partiamo per l’inghilterra-Staremo li’ fino al 4 maggio
Non mi date per scomparsa!Spesso avro’ comunque accesso a internet,e saprete tutto,o quasi,
al mio ritorno:)

And tomorrow,we are leaving for England.we are staying there until, the 4th of may.I will still have, internet connection, the majority of the time,and you will know everything or nearly on my return

Pubblicato in: articoli ospiti, io ho un sogno, novita', vacanze, varie

Nuova rubrica ho un sogno

i have a dream

I have a dream

 

Avevo 45 anni, tanti obiettivi raggiunti, qualche delusione, qualche sogno infranto, un grande, impegnativo progetto in corso: lasciare per la seconda volta la mia città natale, ma questa volta per sempre, con la speranza di dare un futuro migliore ai miei figli. Mancava poco più di un mese alla partenza ma stava per accadere una cosa meravigliosa: stava per nascere Christian, 18 anni dopo il suo fratellone. E sono stati 22 anni pieni di tante curiosità sempre condivise ma con una costante: un amore senza fine per la musica. E passammo dal flauto al flauto traverso, alla tastiera, per approdare alla chitarra che divenne l’amore definitivo. Quando lo vedo (spesso di nascosto, lo confesso) piegato dolcemente sulla “sua” chitarra ad estrarre le dolci note che lui stesso compone, penso a quanto sarei felice se, un giorno, potessi vederlo passare da quella stanzetta ad un grande teatro, dinanzi a tante persone, a far sentire quella sua meravigliosa musica che ti fa dimenticare, per un po’, tante preoccupazioni.

 
I was 45 when I was about to leave,my hometown.with many things done,some dreams that did not manage to succede,And a very big project ahead of me:leavea my hometown to give my kids a better future.But a month before leaving,an incredible thing was about to happen,Christian now22was about to be born,then his brother.Chistian 22a boy full of energy,he has many passions,one in particular Music-he played many instruments,now guitar-I watch him playing silently and i wish for him,that the doors of a theathre would be open for him,and to be known

Pubblicato in: vacanze

Durante le passeggiate

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Ecco alcuni fiori,che incontriamo durante le nostre passeggiate.oggi bel tempo.mi potete dire se commentate senza difficolta?per chi ha tablet o telefoni,premere il menu con tre linee o il piccolo +in basso in centro.here are some flowers that we encounter in our walks.to reply,press the menu button the three lines or the little +at the bottom in the middle thanks

Pubblicato in: vacanze, varie, varie estate

nuova veste

e, con l’arrivo della primavera, ho pensato,di dare una nuova veste al mondo.fatemi sapere come vi trovate e se avete problemi.per chi ha i tablet andare su articoli ,per smartphone, il menu sono le tre linee orizzontale.vi piace?
I decided to make a spring makeover,and changed theme.let me know,if you got questions.for those whom have a tablet or a phone, the menuare the 3 horizontal lines and tablets going directly to” articoli”

Pubblicato in: cultura, estate, foto, natura, paesaggi, turismo, vacanze

Monte Soratte.-Articoli ospiti-

Ho pensato di parlarvi, dato che viviamo tutti un po’ sparpagliati per il mondo, di una località a pochi chilometri a Nord di roma, ovvero il Monte Soratte.

Nelle foto potete vedere sia il mio fidanzato Andrea sul crinale del monte, sia una particolarità di questo luogo: esso è stato infatti, durante l’occupazione nazista in Italia, base militare tedesca con tanto di bunker che corrono sotto tutta la montagna!

Si dice che i nazisti seppellirono qui un tesoro in lingotti d’oro rubato alla Banca d’Italia; nessuno lo ha mai ritrovato.

La passeggiata al monte si divide in una parte molto difficile (scalata), ed una tutta in piano e molto larga e facilmente accessibile, e molto piacevole!

Per la gioia di Cate poi c’è un outlet noto qui a Roma, appena sotto la montagna, l’outlet Soratte!

 

Today,I decided to taélt to you,about a village near to Rome,Monte Soratte.I know that we live in all around Italy,this is a nice spot to visit-

In these photos,yu can see me, my boyfried Andrea,and a lizzle sight of this place:.Its a mountain nea Rome,And when the nazists,where in italy,all the mountain was a military base,.There are also various walks you can do, one more difficult,up hill, and one more accessible.Its been said,that the nazis stole some money,from thr baca d’italia,here which was never found.there is also an Outlet

Questo slideshow richiede JavaScript.

Pubblicato in: estate, foto, natura, novita', paesaggi, tradizioni, vacanze, varie

aprile

Questo slideshow richiede JavaScript.

Siamo gia’,nel mese di aprile, come passa infretta il tempo!!! Qui da noi, le belle giornate, come avete potuto vedere,non sono di certo mancate,con certamente qualche piovasco e temporale. Tra poco,ricominceranno anche i viaggi,ma ve ne parlero’,tra un po’,quando sara’ il momento. April has begun, a few days ago, and time goes by vquickly!has you know, we have been having very nice weather,and not so much rain fortunately.Soon on the road again, but will let you know,when the time is right