Visita a Capalbio- articoli ospiti-


A Capalbio siamo stati a visitare l’incredibile Giardino dei Tarocchi, una serie di sculture gigantesche realizzate dall’artista Niki de Saint-Phalle, nel corso di quasi vent’anni! Le statue sono ispirate a temi eterni, sia umani sia più metafisici, e l’opera è nel complesso persino commovente! L’artista si è ispirata al Parco Guell di Gaudì e quello di Bomarzo.


At new year,we Went to visit Capalbio.There we visited among other things,”il giardino dei tarocchi”.Here you can find lots of different scultures made by the artist Nichi saint phallle.The statues are isppired by a lot of different themes,and are allveey nice!You can find other parks like this,such as parcel Guell Gaudi and in Bomarzo

11 thoughts on “Visita a Capalbio- articoli ospiti-

  1. Bellissimo. Non l’avevo mai sentito né visto sul giornale. Grazie Gaya e grazie Cate. Di che materiale sono fatte le sculture? Sembrano di plastica…sintetiche o è effetto delle foto?

  2. Cate, sei una moderatrice molto professionale! 😀
    Grazie Mitzy! No: le sculture sono di cemento come base, poi rivestito di ceramiche artigianali (ogni pezzetto è stato pensato singolarmente, poi numerato e quindi posato in opera) e specchietti! È stato un gran lavoro e lei si è avvalsa dell’aiuto di numerosi lavoranti e assistenti…

  3. Quante cose nuove ed interessanti ci fai conoscere Cate,anche attraverso il tuo MONDO…e poi Gaya è sempre originale nei suoi articoli….ci “costringe” a conoscere scorci panoramici,personaggi ed opere che forse,non entrando nell’ambito dei nostri interessi,avremmo ignorato…questa intelligente e competente presentazione evidenzia ancora una volta il suo grande senso artistico e la sua bravura! Complimenti, Gaya!!!e…grazie!

  4. Another beautiful and interesting spot in Italia! Thanks to Gaya for bringing it to our attention!

  5. Grazie Nella delle, come sempre bellissime parole, grazie Elena e tutti! Cate, sei troppo forte! 😀

  6. Abbiamo conosciuto ,attraverso il mondo,un’altra localita interessante descritta in maniera molto chiara e particolareggiata.In grazie a chi ce l’ha fatta conoscere e anche a Cate col suo mondo.

I commenti sono chiusi.