Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, articoli ospiti, cene, estate, tradizioni estate amici compagnia, vacanze

Pesto rivisitato

PESTO REVISITED. This is a fairly classic recipe, but a friend who took a cookery course gave us this variation, which I tried to make again yesterday…. Not for dieters!!! 😀 I cut the potatoes into small pieces and boiled them, then I added some filleted courgettes; I mixed everything with olive oil, some garlic, toasted almonds and pine nuts, plenty of fresh basil and mint, and a lot of pecorino cheese! Then I ‘diluted’ the mixture with the pasta cooking water to make it more liquid… Et voila, a million calories but no regrets!!! 😀

22 pensieri riguardo “Pesto rivisitato

  1. Evviva, sicuramente buonissimo.
    Lo provo lunedì, mi manca il pecorino…grazie come sempre Mondo Meraviglioso quello di Cate

  2. ricomincia il casino dei cooki e non me lo fa inserire. Timando il msg Ricevuto e girato a Daniela….e ora in attesa….grazie Gaya

  3. Uno strappo alla regola si può fare specialmente quando la ricetta è così invitante!Deve venire fuori un piatto sicuramente gustoso e da provare,senza contare le calorie!😆👏😂

  4. It sounds very delicious. We love pesto so I’m certain that Enzo willl want to try this version of it. Thanks to you Cate and to Gaya!

      1. Gaya è bravissima in tutto, non solo per le gustosissime ricette! È proprio bravissima in ogni campo. Complimenti. È una persona speciale. Trae da ogni occasione la opportunità per manifestare la sua genialità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.