Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, amici, animali, articoli ospiti, autunno, ciriosita', cronaca, cultura, curiosità, foto, hobby, inverno, italia, novita', Pasqua, ricette ospiti, tempo meteo, tradizioni, tradizioni estate amici compagnia, turismo, vacanze, varie foto, visite

Quartiere Pigneto (Roma)articolo ospite di gaya

PIGNETO.
Ieri mi trovavo al Pigneto e, seguendo lo spunto di un gruppo di tortore che mi hanno fatto pensare a Caterina, loro grande amica, ho pensato di scrivere qualcosa su questo quartiere, a me molto caro. È un quartiere abbastanza periferico e per certi aspetti degradato e abbandonato a se stesso, fra la via Casilina e la Prenestina, ma, come i nomi stessi di queste grandi arterie suggeriscono, anche pieno di storia e di umanità, passata e recente. Infatti oltre la decadente ferrovia si scorge un imponente acquedotto antico romano, e oltre la via della “Movida”, caratterizzata da piccoli locali dedicati al rito dell’aperitivo frequentati da giovani (e meno giovani!) “hipsters”, compaiono villini primo-noveventeschi davvero pittoreschi, viuzze riscattate dall’abbandono amministrativo grazie all’amore dei residenti che hanno colorato i muri con murales spesso a tema politico (e poetico). Non a caso questo quartiere è stato mostrato nella sua realtà popolare e struggente da Pierpaolo Pasolini, e in questi giorni è in corso una mostra fotografica lungo il quartiere dedicata alle pellicole qui girate dallo scomparso regista. Una particolarità è anche la metro C, da poco aperta, che ha finalmente collegato quartieri prima “off-limits” come questo al centro di Roma. Avendo come snodo s. Giovanni, essa ospita un museo sotterraneo dedicato a tutti i reperti trovati durante i lavori di scavo, con un bellissimo allestimento che indica, man mano che ci si inoltra in profondità sulla scala mobile, quali periodi ed eventi storici corrispondono ai rispettivi livelli di profondità della terra. Negozi che segnalo con piacere sono: la libreria “Spazio Nagual”, in via Vincenzo Coronelli, che affronta tematiche spirituali e relative alla ricerca interiore; l’alimentari bio “Panis Naturae”, particolarmente interessante per il suo panificio che rifornisce molti punti “Natura Sì” di Roma con i suoi prodotti sani e squisiti, in via Romanello da Forlì; il locale “Er Ciriòla”, in stile vintage, molto simpatico con una vastissima selezione di “ciriole” (tipico panino romano) farcite in ogni modo possibile!

PIGNETO. Yesterday I was in Pigneto and, following the cue of a group of turtledoves that made me think of Caterina, their great friend, I thought of writing something about this neighborhood, which is very dear to me. It is a rather peripheral neighborhood and in some ways degraded and abandoned to itself, between Via Casilina and Prenestina, but, as the names of these major arteries suggest, also full of history and humanity, past and recent. In fact, beyond the decadent railway you can see an imposing ancient Roman aqueduct, and beyond the street of the “Movida”, characterized by small places dedicated to the ritual of the aperitif frequented by young (and not so young!) “hipsters”, appear really picturesque early-nineteenth-century villas, narrow streets redeemed from administrative neglect thanks to the love of residents who have colored the walls with murals often with a political (and poetic) theme. It is no coincidence that this neighborhood was shown in its popular and poignant reality by Pierpaolo Pasolini, and these days is running a photo exhibition along the district dedicated to the films shot here by the late director. A peculiarity is also the Metro C, recently opened, which has finally connected neighborhoods before “off-limits” like this to the center of Rome. Having as its junction s. Giovanni, it houses an underground museum dedicated to all the artifacts found during the excavation work, with a beautiful display that indicates, as you go deeper on the escalator, which periods and historical events correspond to the respective levels of depth of the earth. Stores that I would like to point out with pleasure are: the bookstore “Spazio Nagual”, in via Vincenzo Coronelli, which deals with spiritual themes and inner research; the organic grocery “Panis Naturae”, particularly interesting for its bakery that supplies many “Natura Sì” points in Rome with its healthy and delicious products, in via Romanello da Forlì; the restaurant “Er Ciriòla”, in vintage style, very nice with a wide selection of “ciriole” (typical Roman sandwich) stuffed in every possible way!