articoli/post

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, articoli ospiti, cene, estate, tradizioni estate amici compagnia, vacanze

Pesto rivisitato

PESTO REVISITED. This is a fairly classic recipe, but a friend who took a cookery course gave us this variation, which I tried to make again yesterday…. Not for dieters!!! 😀 I cut the potatoes into small pieces and boiled them, then I added some filleted courgettes; I mixed everything with olive oil, some garlic, toasted almonds and pine nuts, plenty of fresh basil and mint, and a lot of pecorino cheese! Then I ‘diluted’ the mixture with the pasta cooking water to make it more liquid… Et voila, a million calories but no regrets!!! 😀

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, cani, cene, contatti, cronaca, cultura, estate, ginevra, italia, luisa, natura, paesaggi, ristoranti, roma, tradizioni, turismo, vacanze, valentina, visite

Un agosto intenso ,ma piacevole!

Come ben sapete,ha fatto molto caldo,ma abbiamo speso molto bene il tempo,tra passeggiate,nuotate in piscina,lo scartamento dei regali,uscite nei vari ristoranti.Purtroppo quest’anno dato il periodo di ferie,non ci sono stati i cavalli,ma si rifaranno quanto prima!!

Also this year, from 11 to 19 August we had the pleasant company of grandchildren-have been about two weeks-as you know, it was very hot, but we spent very well the time, including walks, swimming in the pool, the unwrapping of gifts, outputs in various restaurants. Unfortunately, this year given the vacation season, there were no horses, but we will make up as soon as possible!

Pubblicato in: A casa con Caterina, amici, cani, cibo, cronaca, cultura, curiosità, inverno, italia, natura, novita', paesaggi, Pasqua, ristoranti, tradizioni, turismo, vacanze, visite

Zia Nella in trasferta

Dal 10al 21 luglio,abbiamo avuto l’onore di poter ospitare la cara zia Nella-Anche se in quella settimana,il tempo è stato più fresco del solito,abbiamo goduto al massimo,la presenza di zia nella-Finalmente le ho potuto mostrare come nuoto,e abbiamo potuto fare qualche gita fuori porta,come al mercato centro commerciale,e ristorante-questa volta non ci sono state visite,la prossima vedremo!!Arrivederci😘☺️


From July 10 to 21, we had the honor of being able to host dear Aunt Nella-Although in that week, the weather was cooler than usual, we enjoyed to the fullest, the presence of Aunt Nella-Finally I was able to show her how I swim, and we were able to take a few trips out of town, such as to the market mall, and restaurant-this time there were no visits, the next we will see!!!Goodbye😘☺️

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, animali, autunno, cronaca, cultura, curiosità, estate, italia, meteo, natura, paesaggi, Pasqua, tradizioni, vacanze

Nido di Tortore

This spring, we hosted in our garden, a couple of turtle doves-so little by little, once discovered, we became fond of them, and once discovered, every time we went out from far away, we kept an eye on them, not to scare them away-they made the nest on the palm tree, (right next to where we eat out, so we had to be careful) they stayed there long enough, about 2 months at least-we could observe their movements, and the “wars” with other birds!!!Three puppies were born, and they sadly left yesterday – I wonder if they’ll come back to nest again sooner or later!

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, amici, cronaca, curiosità, estate, foto, io ho un sogno, italia, natura, novita', paesaggi, tradizioni, turismo, vacanze, varie, varie foto

Ora della piscina !!!

L’altro ieri,finalmente,dopo due anni e mezzo,ho finalmente potuto rivedere e prendere i primi contatti ,con la piscina !!

È stato molto bello,rientrare in acqua dopo così tanto tempo!!!

Certo,mi devo abituare alla nuova situazione,ma sono sicura che a poco a poco c’è la farò!!!

Per L’occasione,la parrucchiera è venuta,e ho finalmente potuto tagliare i capelli!!

The day before yesterday, after two and a half years, I was finally able to see and make my first contacts with the pool! It was very nice to get back in the water after such a long time! Of course, I have to get used to the new situation, but I’m sure that little by little I will make it!!! For the occasion, the hairdresser came, and I could finally cut my hair!! Let’s hope that this is the beginning of a new chapter more positive and serene for everyone!

Pubblicato in: A casa con Caterina, amici, cronaca, cultura, curiosità, estate, italia, novita', Pasqua, tradizioni, tradizioni, turismo, vacanze

Il mio percorso a ostacoli verso la piscina

https://drive.google.com/file/d/1ylUN6y_xIb-wlNnSr1fzJeAqGw7LphVO/view

(Jude il figlio di mia cugina Kathi canadese di cui abbiamo già ampiamente parlato in molti articoli,è stato così gentile da dedicarmi questa canzone


Dal 25 marzo al15 aprile, ho dovuto fare un altro soggiorno in  clinica,(sempre alla Mater Dei) dove ero stata a Natale.
Questa volta è stata una cosa che ci ha preso alla sprovvista, ma come sempre, abbiamo visto il lato buono e speriamo che davvero sia la fine di questa brutta avventura-
Come per Natale, a causa del Covid, non ho potuto ricevere visite, tranne che dai miei genitori (mia mamma è stata sempre con me e papà veniva di giorno☺️)-
Con tutti gli altri mi sono sentita via telefono, messaggi e videochiamata-
Nei primi giorni ho dovuto fare degli ulteriori accertamenti, in aggiunta a quelli fatti precedentemente a casa, poi ho potuto passare la Pasqua a casa, per ritornare in ospedale il martedì-
Nel frattempo erano arrivati i risultati delle analisi che, ahimè, hanno confermato che dovevo fare un ennesimo intervento.
Per fortuna, tutto  è andato bene e sono già a casa-

Ringrazio tra gli altri, tutto lo staff del 1 piano della Mater Dei, il team chirurgico del Prof.  Carlesimo e tutti i medici che mi hanno seguito (compresa Alba!)
Speriamo di non vederci più  alla Mater Dei ma solo in piscina!!!!

From March 25 to April 15, I had to make another stay in the clinic, (again at Mater Dei) where I had been at Christmas.
This time it was something that caught us off guard, but as always, we saw the good side and hopefully it really is the end of this bad adventure-
As at Christmas, due to Covid, I could not receive visitors, except from my parents (my mom was always with me and dad came during the day☺️) –
With all the others I was in contact via phone, text and video call-
In the first days I had to do some further tests, in addition to those previously done at home, then I was able to spend Easter at home, to return to the hospital on Tuesday-
In the meantime, the results of the tests had arrived which, alas, confirmed that I had to have yet another operation.
Fortunately, everything went well and I’m already home-

I would like to thank, among others, all the staff of the 1st floor of Mater Dei, the surgical team of Prof. Carlesimo and all the doctors who followed me (including Alba!)
We hope not to see each other again at the Mater Dei but only in the pool !!!!

Pubblicato in: A casa con Caterina, amici, autunno, cibo, cronaca, curiosità, foto, inverno, italia, paesaggi, ristoranti, roma, tradizioni, vacanze, visite

Natale in vacanza..oppure no..

Come ben sapete, quest’annata tutti abbiamo passato le feste sotto tono, per le restrizioni anticovid-

Io le ho passate ancora in maniera diversa,in Ospedale -Come ben sapete la ferita al gluteo è ben guarita ,ma è rimasta la ferita al tallone.Sono Rimasta in ospedale un mese e mezzo(prima con un macchinario chiamato vac dovevo togliere l’iniezione,poi l’operazione)-Stavolta per le norme anti Covid Zia nella non ha potuto raggiungerci, ma mamma che e’rimasta sempre con me anche di notte,si sono dati il cambio-☺️🙏Dato le rigide norme anti covid(I miei dovevano fare il tampone ogni 5giorni)-Non potevo avere visite “reali” ma sono stata in continuo contatto con parenti e amici.Gaya ha fatto anche una mini visita,a portarmi un regalino e a prendersi il calendario!!

Ora sono tornata a casa -sto avendo una medicazione ogni tre giorni, e la ferita si sta rimarginando sempre di più-Con il bel tempo in arrivo speriamo di poter riprendere a poco a poco le normali attività-Casper è stato ben curato,ma è stato ugualmente depresso e triste per la nostra mancanza, ma ora si sta riprendendo-

As you know, this year we all spent the festive season under the weather, due to the anti-COVID restrictions.

As you know, the wound on the buttocks has healed well, but the wound on the heel has remained. I stayed in hospital for a month and a half (first with a machine called vac I had to remove the injection,then the operation)-This time due to the anti covid rules Aunty Nella couldn’t join us,but Mum who stayed with me all the time even at night,they took over-☺️🙏Due to the strict anti covid rules(My parents had to have a swab every 5 days)-I couldn’t have “real” visits but I was in constant contact with relatives and friends. Gaya even had a mini visit,to bring me a little present and get the calendar!!!Casper was well being after,but nonetheless he was depressed and sad-now we’re back home he is happy again

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, cibo, cronaca, natale, natale foto, novita', paesaggi, roma, tradizioni, visite

Auguri di buon natale

Il blog “il Mondo di Cate”auguri a tutti voi,e alle vostre famiglie un buon natale -vi mando anche un piccolo regalo,il nostro calendario-

the blog “Il mondo di Cate wishes you and your family a merry Christmas calendario

https://www.dropbox.com/s/5d25qa8b7crjvkm/calendario.pdf?dl=0

Pubblicato in: A casa con cate, articoli ospiti, novita', Poesie, ricette ospiti, vacanze

-Articoli ospiti-a cura Di Rosalba-poesie messaggi positivi –

ask your loyal followers to submit a favourite poem of hope or inspiration. A nice compilation may be just what we all need during these challenging times.I would like to submit the following:

inserire una poesia positiva, o una frase positiva per fare meno triste questo periodo -io ho scelto questa

Quando le cose vanno male, come a volte capita,
Quando la strada che percorri sembra sempre in salita,
Quando i fondi sono bassi e i debiti sono alti,
E tu vorresti sorridere ma riesci appena a sospirare
Quando non riesci a mantenere cura di te stesso,
Riposati se devi, ma non mollare.

La vita è curiosa, piena di colpi di scena,
Come ognuno di noi certe volte impara,
Me la traiettoria si può correggere,
Con coraggio, costanza e perseveranza
Non ti scoraggiare nei momenti difficili,
Otterrai successo se continui a lottare.

Spesso il successo è più vicino
Di quello che appare ad un individuo,
Bisogna continuare a combattere
Fino a quando si raggiunge il risultato finale

Successo è l’opposto di fallimento
Il colore argenteo della nuvola del dubbio,
E tu non puoi mai sapere quanto vicino sei,
Può essere vicino quando sembra lontano,
Quindi continua a lottare quando sei colpito
Quando le cose sembrano al punto peggiore, non devi mollare.

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, amici, animali, autunno, compagna, cronaca, curiosità, italia, novita', regolamento, tradizioni, vacanze

Il “nostro Jude”

Come ben sappiamo,Jude è il nipote canadese-Lo abbiamo già notato in varie sue opere ,e’molto noto in Canada-come artista di teatro e canto-

come Ben sappiamo a causa del coronavirus, non si possono svolgere le normali attività-

In Canada e in altri paesi del nord, il giorno 11novembre è festa(giorno della memoria o giorno dell’armistizio)e si ricordano le persone defunte nella prima guerra mondiale.Nella scuola di Jude ,svolgono sempre cerimonie,questa festa è da sempre molto sentita,ma quest’anno come ben sappiamo hanno trovato un altro modo per celebrare l’evento, in questa occasione in modo virtuale -Jude ha cantato in una piazza ed è stato intervistato dalla radio e televisione locale,e vi mostro la canzone.(Jude si trova nel minuto 3)Speriamo prima o dopo l’onore di poterlo ascoltare anche in Italia

Jude is our Canadian nephew-As you know,he is a all round artist-
in Canada and in other northern countries,the 11of November is a holiday, armistice day in which commemorates the people who sadly passed away in the first world wor-

In Jude school it’s a very felt festivity-As you know with coronavirus it couldn’t be held in person,but this year virtually-Jude sung this song,and was interviewed by the local radio and news

Pubblicato in: A casa con Caterina, autunno, cene, cibo, compleanno, cronaca, curiosità, foto, inverno, natura, paesaggi, tradizioni

Compleanno virtuale

Ieri come sapete ,è stato il mio compleanno.Come ben sappiamo,c’è il coronavirus, quindi non si è svolta,la tradizionale festa (o a pranzo o cena)con le amiche,ma sono comunque stata celebrata,molto bene virtualmente in tutti i modi,a partire dai messaggi telefonate,regali a sorpresa (possono diventare benissimo delle ladre!!)a parte Giulia che è stata colta in fragrante!!!!(meno male!!!)comunque devo dire che siete state bravissime!!!anche il tempo ha cooperato,infatti abbiamo pranzato in giardino,e stati in giardino-Speriamo l’anno prossimo di poterla fare vera!!Yesterday it was my birthday.as you know with COVID, we can’t celebrate properly,but I had anyway a very nice day with many presents,messages phone calls videocalls from friends and family-They have been with me even though distant-Hopefully next year it can be for real

Pubblicato in: A casa con Caterina, amici, articoli ospiti, autunno, cronaca, cultura, curiosità, estate, film, foto, italia, paesaggi, Pasqua, ristoranti, tradizioni, turismo

Articolo ospite-Vacanza in cilento-a cura di Gaya

VACANZA IN CILENTO
Quest’estate, oltre che sul Monte Livata, su cui ho già scritto, siamo stati anche in Cilento, un’area della Campania in provincia di Salerno, appena sotto la Costiera Amalfitana, nota per il mare incontaminato, gli antichi templi del sito di Paestum, e, last but not least… La mozzarella di bufala!!! Abbiamo fatto una scorpacciata infinita di questo squisito latticino, bagni in un’acqua cristallina sotto la quale ho raccolto bellissimi sassi striati, e goduto di tramonti spettacolari dalle scogliere o da paesini come Castellabate, reso celebre dal film “Benvenuti al Sud” (che però noi non abbiamo visto!)… Ovviamente siamo stati accompagnati dal nostro inseparabile pappagallo Garuda, a cui abbiamo dovuto praticamente costruire una stanza in un giorno coi materiali che abbiamo arrabattato (a Ferragosto!!!) perché il b&b era costituito da un open space… E vi posso garantire che non è la soluzione ideale per un pappagallo che vola libero! Comunque la gente lì è molto civile, con grande attenzione all’ecologia, alla raccolta differenziata e all’ambiente in generale…

VACATION IN CILENTO This summer, as well as on Mount Livata, on which I have already written, we were also in Cilento, an area of Campania in the province of Salerno, just below the Amalfi Coast, known for its pristine sea, the ancient temples of the site of Paestum, and, last but not least… Buffalo mozzarella!!! We made a never-ending meal of this delicious dairy product, bathing in crystal clear water under which I collected beautiful striped stones, and enjoyed spectacular sunsets from the cliffs or from villages like Castellabate, made famous by the movie “Welcome to the South” (which we have not seen!)… Obviously we were accompanied by our inseparable parrot Garuda, to which we had to practically build a room in one day with the materials that we have scrambled (on August 15th!!!) because the b&b was an open space… And I can guarantee you that it is not the ideal solution for a parrot that flies free! Anyway the people there are very civilized, with great attention to ecology, recycling and the environment in general…

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, amici, compleanno, cronaca, cronaca, curiosità, ginevra, inverno, paesaggi, tradizioni, vacanze, valentina, valentina

Happy birthday Valentina

Ciao Valentina !

nonostante quest’anno molto speciale, rispetto comunque la tradizione , in inviandoti anche qui, gli auguri di buon compleanno! Buona giornata

buon compleanno

Even though,

this year is a very special one, I am still honouring you with a post! I wish you a very nice day happy birthday!!

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, amici, autunno, cene, cinema, compleanno, cronaca, cultura, curiosità, film, foto, hobby, italia, paesaggi, roma, tradizioni, turismo, vacanze, varie foto

Benvenuto Alessandro

Oggi diamo il benvenuto a Alessandro , figlio della mia amica Elena, nonostante questo anno complicato !(nato il 3ottobre) Non vediamo l’ora di conoscerti!!

and today we welcome Alessandro, son of my dear friend Elena-Even though in this strange year,she made a wonderful job! Can’t wait to meet you!!

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, articoli ospiti, cibo, foto, ricette ospiti, tradizioni, vacanze

-Ricetta ospite-a cura di Mitzy-pasta con sugo di melanzane , pomodorini e capperi

Ingredienti:
Olio e.v.o
1/2 cipolla di Tropea
3 melanzane viola, medie
Due manciate di pomodorini maturi.
1 manciata di capperi sotto sale.

Rosolare la cipolla a fettine.
Unire le melanzane tagliate a cubetti e far cuocere a fuoco vivo.
Aggiungere i pomodorini tagliati a metà e i capperi sciacquati dal sale.
Far cuocere a fuoco vivace, poi coprire col coperchio e cuocere mezz’ora.
Condire la pasta e spolverare con parmigiano a piacere

Ingredients:
Extra virgin olive oil
1/2 Tropea onion
3 medium purple eggplants
Two handfuls of ripe cherry tomatoes.
1 handful of salted capers.

Brown the sliced ​​onion.
Add the aubergines cut into cubes and cook over high heat.
Add the cherry tomatoes cut in half and the capers rinsed with salt.
Cook over high heat, then cover with the lid and cook for half an hour.
Season the pasta and sprinkle with Parmesan to taste
Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, amici, cani, cibo, cronaca, cronaca, cultura, curiosità, foto, italia, paesaggi, ristoranti, roma, tempo meteo, tradizioni, vacanze

..il mio agosto..

Questo 2020 di certo non c’è lo scorderemo tanto in fretta e soprattutto agosto non è stato un mese qualunque da molti punti di vista! Comunque abbiamo avuto lo stesso il piacere, di ospitare la nostra cara Zia Nella, che è rimasta con noi per tutto il mese.
Come sapete bene, sono stata ricoverata quasi un mese alla clinica Villa Margherita perché sono stata seriamente operata-

Dato le norme molto severe per il Covid, (ho dovuto fare anche il tampone) i visitatori dovevano darsi il turno per entrare in camera (non si poteva stare più di 2 in camera), quindi il più delle volte durante i pomeriggi, zia stava con me, e mamma rientrava la sera e stava con me di notte, e la mattina-.Gaya e Caterina mi sono venute a trovare e le ringrazio.
Con altre amiche e parenti siamo stati sempre in contatto via telefono e videochats!

sono rientrata a casa il 24agosto e zia è partita il 3 settembre.
Devo dire che i dottori e la maggior parte di infermieri\infermiere sono stati molto professionali e …simpatici! Un grazie anche per loro!Anche un ringraziamento ai genitori !!

Casper è stato molto triste durante la mia assenza, ma zia ha supplito molto bene,e sta recuperando il tempo perso.

Adesso ho ripreso a fare la maggioranza dei movimenti, e mi posso muovere di più e posso, un po’ alla volta, finalmente riprendere sole!! Ancora non riesco a nuotare però per via della ferita del tallone..speriamo presto..

speriamo presto di riprendere la “vita normale “con piscina uscite vita sociale

This 2020 won’t be forgotten in a hurry-
This August,in spite of Covid restrictions, we had  the pleasure to have zia Nella with us once again- 
As you know I was hospitalised during august, for a serious operation.

Due to the various strict hospital rules, only one max 2 people were allowed into the room-During the day,(in the afternoons) since we couldn’t stay all in the same room, mom and dad often went home while zia stayed with me,  and mom came back for the night,and mornings –
During this period,Gaya and Caterina came to visit , and it was nice to see them, thanks a lot.
With other friends and relatives I kept in touch by phone or video chats.
I must also say that doctors and nurses in hospital were very professional and kind, and I thank them too.Of course I would like to thanks also mum and dad
I came back home the 24 th of August and zia left on the 3rd of September.

Casper had been very down during this period, but I was checking on him constantly via Zia Nella.

I have now recuperated most movements, but still can’t swim for the heel wound: hopefully soon!!
hopefully soon we can restart ‘normal life ‘With pool, friends, outings etc-I will keep you updated 

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, articoli ospiti, cibo, cronaca, cultura, curiosità, estate, ginevra, italia, luisa, natura, paesaggi, ristoranti, tradizioni estate amici compagnia, turismo, vacanze, valentina, valentina

Articolo ospite-a cura di Tony-Vacanza in Grecia –

Sono sicuro che non c’è bisogno di menzionare quanto questo anno sia …. particolare in molti modi. Tuttavia, avevamo programmato a gennaio / febbraio una vacanza estiva in Grecia – e poiché durante la crisi sanitaria che é esplosa (e continua ancora!) la Grecia sembrava rimanere relativamente indenne e noi, avendo deciso di affittare ville appartate in ogni caso, siamo andati avanti come previsto e siamo contenti di averlo fatto!

Abbiamo trascorso due settimane in due diverse isole delle Cicladi: Amorgos e Paros.

Amorgos è stato la prima tappa. È la più remota delle isole e il viaggio in traghetto di 7 ore per arrivarci l’ha resa molto “autentica” e praticamente indenne dal turismo di massa. Abbiamo visitato i graziosi villaggi con casette bianche e mulini a vento sulle colline, percorso alcuni dei sentieri popolati principalmente da capre, punteggiati da occasionali chiesette, e ci siamo goduti il mare pulito e le spiagge. È l’isola dove Jacques Costeau ha girato “Il Grande Blu” ed è anche per questo che Valentine ha provato le immersioni subacquee per la prima volta, inizialmente con un corso introduttivo e poi in un’immersione completa a 13 metri sotto la superficie con papà e un istruttore. E sicuramente rimasta affascinata e si sta informando su tutte le prossime certificazioni che potrebbe ottenere!

Da Amorgos siamo andati a Paros, che ci ha fornito un bel contrasto: è stata la prima delle isole ad avere un aeroporto ed è molto più vicina ad Atene, quindi il turismo è molto più sviluppato e alcune delle città – specialmente Naoussa nel nord dell’isola – hanno tanti ristoranti e negozi per soddisfare i turisti pur mantenendo il fascino tradizionale. Ancora due settimane trascorse in relax, godendosi il mare, i panorami, la piscina, il cibo. Abbiamo fatto un giro in barca con la famiglia verso alcuni luoghi spettacolari come “la laguna blu” e “la baia dei pirati”, e Tony è scappato per un paio di giri in bicicletta intorno alle isole.

Il ritorno verso scuola ed ufficio é andato bene senza problemi, con una breve tappa ad Atene. Alla prossima!

I am sure there is no need to mention what a…. particular year this has been in many ways. Still, we had planned in Jan/Feb for a summer holiday in Greece – and as through the crisis that follows (and still goes on!) Greece seemed to remain relatively unscathed and we as we had decided to rent secluded villas in any case, we went ahead as planned, and are glad we did!
We had two weeks in two different islands in the Cyclades – Amorgos and Paros.
Amorgos was first. It is the most remote of the islands and the 7 hour ferry trip to get there has left it very “authentic” and pretty much untouched by mass tourism. We visited the pretty whitewashed villages, hiked some of the trails mainly populated by goats, dotted by the occasional chapel, and enjoyed the pristine sea and beaches. It is the island where Jacques Costeau filmed “The Big Blue” and fittingly it is also where Valentine tried out scuba diving for the first time, initially with an introductory course and then in a full-on dive 13m below the surface with dad and an instructor. Suffice it to say she was enthralled and is asking about all the next certifications she could get!
Paros was next and quite a contrast – it was the first one of the islands to have an airport and is much closer to the mainland, so tourism is much more developed and some of the towns – especially Naoussa in the north of the island – have developed significantly to cater for visitors while still retaining the traditional charm. Again, two weeks spent relaxing, enjoying the sea, the views, the pool , the food. We took a family boat ride to some spectacular spots such as “the blue lagoon” and “the pirate cove”, and Tony escaped for a couple of bike rides at various points.
The return was fortunately pretty smooth, with a short stop in Athens before flying back to Geneva to go back to work and school! 

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, amici, animali, articoli ospiti, cani, cibo, cronaca, cultura, curiosità, estate, foto, italia, natura, paesaggi, ristoranti, tradizioni, turismo

Articolo ospite-a cura di Gaya-la vacanza sul monte livata-

Per non saper né leggere né scrivere, in questo periodo storico così incerto per tutti, la prima parte della nostra vacanza l’abbiamo passata a 50 km. da casa, sul Monte Livata, “la montagna di Roma”. Il monte è pieno di boschi scoscesi in cui abbiamo passeggiato ogni giorno, prima di tornare al “Villaggio dei Miceti”, dove alloggiavamo in un grande e luminoso appartamento insieme al nostro immancabile pappagallo Garuda, che aveva una stanza tutta per sé! Dovevamo accendere il riscaldamento per quanto faceva fresco! Il pomeriggio scendevamo al paese più vicino, Subiaco, che merita una visita approfondita per i suoi antichissimi e meravigliosamente decorati monasteri benedettini, fondati dai due santi, fratelli gemelli, Benedetto e Scolastica. Tutt’oggi vi si respira un’aura di sacralità, sono fra i monumenti più belli che abbia mai visitato e ancora abitati da (pochi) anziani e gentili monaci… Al di sotto c’è il freddissimo ma smeraldino lago di s. Benedetto, dove io ho fatto una nuotata di un’oretta per scampare al torrido caldo della valle… Quaranta gradi all’esterno, cinque dentro l’acqua!
La sera, ammiravamo i tramonti e poi le stelle, ben visibili in quella natura poco battuta dall’uomo… È stata una vacanza assolutamente rigenerante, rilassante e contemplativa!

In order not to know how to read or write, in this historical period so uncertain for everyone, we spent the first part of our vacation 50 km. from home, on Mount Livata, “the mountain of Rome”. The mountain is full of steep woods where we walked every day, before returning to the “Villaggio dei Miceti”, where we stayed in a large and bright apartment together with our inevitable Garuda parrot, who had a room all to himself! We had to turn on the heating for how cool it was! In the afternoon we went down to the nearest village, Subiaco, which deserves a thorough visit for its ancient and wonderfully decorated Benedictine monasteries, founded by the two saints, twin brothers, Benedict and Scholastica. Still today you can breathe an aura of sacredness, they are among the most beautiful monuments I have ever visited and still inhabited by (a few) elderly and kind monks … Below is the cold but emerald green lake of St. Benedict, where I took a swim for an hour or so to escape from the torrid heat of the valley… Forty degrees outside, five degrees inside the water! In the evening, we were admiring the sunsets, and then the stars, clearly visible in that nature little beaten by man… It was an absolutely regenerating, relaxing and contemplative vacation!

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, contatti, cronaca, estate, foto, ginevra, hobby, italia, luisa, ristoranti, tradizioni, vacanze, valentina

Tony e famiglia in vacanza

Anche quest’anno, nonostante la pandemia in corso,abbiamo avuto la settimana scorsa la visita di Tony e famiglia,(solo una settimana perché è stata accorciata,di solito stanno due settimane)-Sarebbero dovuti venire in aereo ma gli hanno cancellato il volo, quindi Hanno deciso di venire in macchina.

Tra visite mediche e altro, Abbiamo potuto comunque godere della loro compagnia, svolto le solite attività cavallo piscina e qualche uscìta.come ben potete osservare le ragazze sono cresciute e anche il bimbo sta crescendo.

Le ragazze inoltre venendo in Italia,in questo particolare periodo dell’anno,hanno potuto assistere a un pezzetto di storia,una sera con i genitori, sino andati in Centro e hanno potuto ammirare una Roma surreale fantasma, dove non C’era la gente che c’è di solito, per Via del Covid.Speriamo che la prossima volta tutto rientrerà nella norma..!!

Also this year, we have been lucky enough to have had the kids and Tony and Olivia,even though the pandemic is still on-They should have come by car but flight was cancelled so they decided to come by car.

In between medical visit and other stuff, we enjoyed the company of the family, and managed to squeeze in pool the horses and a few restaurant.The girls now have grown up and the boy is quite nice too!!

The girls coming in this period,have experienced a slice of history (with all the precautions masks etc) .One evening the parents took them to visit Rome,and they experienced a surreal Rome, with very little people-for the Covid.hopeFully next time everything will return to normal!!

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, cronaca, curiosità, estate, ginevra, italia, luisa, luisa, valentina

le bimbe hanno finito la scuola

Valentina fine giugno ha finito le scuole elementari, e a settembre inizia le medie-

Come ben sappiamo, c’è il corona virus, quindi sono stati alla cerimonia solamente la classe e qualche insegnanti-Per noi altri abbiamo visto online-Ancora una volta la tecnologia ci viene di aiuto!complimenti valentina!

End of June Valentina has finished her primary school, and in September she will start middle school-As we know there is the coronavirus-So only the kids and some teachers could take part-However technology comes and give us a hand, and allowed us to watch online- well done Valentina!

intervista a Luisa

Com’è stata la tua ultima settimana di scuola? Abbastanza bene. Quali cose speciali hai fatto? Un giorno abbiamo guardato un film. Le tre classi del triennio hanno potuto scegliere tra tre film e poi si sono mischiate. Ho scelto di guardare “Hotel Transylvania 3”. Il film era molto divertente. Il venerdì abbiamo avuto “Friday Fun Time”, quando possiamo fare quello che vogliamo. Ho letto un libro come faccio sempre – questa volta era “Diary of a Wimpy Kid”. Questa settimana abbiamo anche fatto delle staffette, dove tutte le classi hanno gareggiato l’una contro l’altra. La nostra classe è arrivata seconda! Siete emozionati per le vacanze scolastiche? Sì, sono emozionato Cosa non vedete l’ora di fare in particolare? Andare a Roma e in Grecia E cosa fai questa settimana? Faccio un pigiama party con il mio amico Abi e poi vado in montagna

  • How was your last week of school?
    • Pretty good.
  • What special things did you do?
    • We watched a movie one day. The three year three classes could choose between three movies and then got all mixed up. I chose to watch “Hotel Transylvania 3”. The movie was really fun.
    • On Friday we had “Friday Fun Time” when we can do whatever we want. I read a book as I always do – this time it was “Diary of a Wimpy Kid”.
    • We also had relay races this week, where all the classes raced against each other. Our class came second!
  • Are you excited for the school holidays?
    • Yes I am
  • What are you particularly looking forward to?
    • Going to Rome and to Greece
  • And what are you doing this week?
    • Having a sleepover with my friend Abi and then going up to the mountains
Pubblicato in: A casa con Caterina, animali, ciriosita', curiosità, estate, foto, hobby, italia, natura, paesaggi, tradizioni, tradizioni

…ecco il nostro giardino botanico..

Vi Ricordate, che Franco & Carol vi ha lasciato in sospeso, con un mistero ?!be eccolo qua ‘ !!vi presentiamo i fiori del nostro giardino -quali riconoscete?! Quale vi piace di più ?

do you remember that Franco&Carol left you with suspence, the other day?! Here is revealed the secret!!! We are presenting you, our flowers in our garden!! Which ones do you recognise?!which do you like the best??










	
Pubblicato in: A casa con Caterina, articoli ospiti, autunno, cronaca, cultura, curiosità, estate, foto, hobby, italia, natura, novita', paesaggi, tradizioni, turismo, visite

Articolo ospite a cura di Rosalba-gita al giardino botanico

Dopo mesi ristretti con le nostre attivita’ a causa del COVID, abbiamo approfitatto del bel tempo per visitare i Giardini Botanici Reali situati nella citta di Hamilton, Ontario. Con piu di 250 acri di giardini coltivati e 27 km di sentieri questo posto e’ pieno di vedute pittoresche per tutta la stagione estiva. Io ed Olivia siamo state fortunate di visitare questo posto durante questo periodo dell’anno al centro della fioritura di peonie, allium, iris e rose.
Abbiamo fatto molte foto di questi prati di fiori che ci fa piacere condividere con voi.
Quale foto e la vostra preferita?

After months of being restricted with our outings due to COVID, we took advantage of the beautiful weather and visited the Royal Botanical Gardens located in Hamilton, Ontario.
With over 250 acres of cultivated gardens and 27km of trails, the RBG is full of picture-perfect views all season long.
Olivia and I were fortunate enough to be there at a time when the alliums, peonies, roses, and irises were in full bloom. We enjoyed taking photos of the various blooms and now we would like to share them with all of you. Which is your favourite?

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, amici, cene, cronaca, cultura, curiosità, estate, foto, italia, paesaggi, ristoranti, tradizioni, turismo, vacanze

Prime attività

Dopo la fine della quarantena,possiamo ricominciare a uscire, e i primi incontri –

Come ben vedete con le dovute cautele (le maschere nei luoghi pubblici sono obbligatorie ) e se qualcuno visita meglio tenere le distanze di sicurezza, ma almeno c’è una parvenza di normalità .Ho rivisto quasi tutti, e pianifico altre!!

come sempre, continuate a seguirci,per scoprire le altre cose!!

After lockdown here in Italy has eased up, we can finally go out again!

( in public places) masks are obligatory and we have to put with the social distances rules if someone visits) but at least we are getting some normality back

As always ,follow us to get the latest gossip and news!

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, amici, autunno, cene, cronaca, curiosità, estate, foto, hobby, italia, paesaggi, ristoranti, tradizioni, turismo, vacanze

concerto di Jude

come ben sappiamo, anche il CANADA sta vivendo in questo periodo con il coronavirus-

Nonostante ciò,Jude ha potuto ugualmente esibirsi, in un concerto, all ‘aperto davanti a un pub nel giardino ed è stato un’ ottima occasione per socializzare,pur restando distanziati-Il pubblico ha potuto godersi lo spettacolo dalle proprie macchine e mangiando uno spuntino in macchina-Sono accorsi numerosi ed è stato un vero successo!

Jude last Friday has joined in his first ,drive in diner party,-As you know also in Canada there is the coronavirus, but with al the precautions, it was held a very nice social event ,that brought the community – well done

Jude Zappala to perform his first drive-in and dinner show

NORTH BAY – Un promemoria sui posti auto presso la Station Tap House e la Steak Co. Sono limitati. Jude Zappala si esibirà per la prima cena al drive-in del ristorante e per uno spettacolo il 5 giugno a Ven. “Penso che sia un’idea originale”, ha detto. “È sicuramente un buon modo per fare affari per loro e per far prosperare la comunità artistica e di intrattenimento”. Zappala sarà nel patio, che è circondato dal parcheggio. Il ristorante vuole che la gente salga in macchina e c’è un menù fisso. La gente può ordinare il cibo e ascoltare uno spettacolo.

Chi non ha mai sentito Zappala prima d’ora dovrebbe aspettarsi uno spettacolo acustico venerdì. Suona molta musica degli anni ’60 e ’70, e Neil Young, The Beatles e Tragically Hip. Zappala chiama il suo primo grande evento da concerto il Tragically Hip: il penultimo concerto della band ad Ottawa durante il loro tour finale nel 2016. Zappala ha 14 anni ed è al nono anno della scuola secondaria cattolica St. Joesph-Scollard Hall. Ha ricevuto la sua prima chitarra per il suo ottavo compleanno. Ha preso lezioni alla Music City, che da allora ha chiuso. La prima volta che Zappala si è esibito davanti a un pubblico, si è esibito in “Day Tripper” dei Beatles. E sì, se vi siete chiesti fin qui il nome Jude, è per via di quell’altra canzone dei Beatles, ‘Hey Jude’. “Ho avuto molti grandi insegnanti di musica nel corso degli anni”, ha detto Zappala. “Ma mia madre (Katherine) mi ha fatto appassionare alla musica in primo luogo. Mi ha introdotto ai Beatles quando ero molto giovane”. Lo spettacolo alla Station Tap House è solo Zappala, anche se dice di suonare anche in una band. “Non mi sento più molto nervoso. Faccio anche teatro musicale nel mio tempo libero”, ha detto. A gennaio ha partecipato a una produzione di Saturday Night Fever. “Questo mi aiuta a superare la paura del palcoscenico e cose del genere. Non lo sento più”. La Stazione ha in programma altri intrattenitori nel patio nei prossimi venerdì. Ma per ora, Zappala fa tendenza questa settimana. Il suo set musicale andrà dalle 16.30 alle 19.00.

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, articoli ospiti, hobby, io ho un sogno, ricette ospiti

Ricetta ospite-a cura di Rosalba-chocolate cookies

Mescolare la farina insieme allo zucchero e al lievito.
Aggiungere un uovo e il burro intiepidito ed un pizzico di sale ed iniziare a lavorare il composto.Il composto diventerà sbricioloso, ma continuando a lavorarlo inizierà a prendere la consistenza di una frolla.Tritare grossolanamente il cioccolato e le mandorle e aggiungerle al compostoLavorare l’impasto dei cookies velocemente cercando di distribuire il cioccolato uniformemente.Con il composto creare tante palline che andrete a mettere ,distanziate le une dalle altre, su una placca da forno rivestita di carta forno.Fate riposare i cookies in frigo per mezzora prima di infornarli a 180°.Cuocere i cookies per 10 minuti circa (non lasciateli di più nel forno.. se vi sembrano mordidi, è normale, raffreddandosi prenderanno consistenza).Lasciate raffreddare  i Chocalate chips cookies 15 minuti prima di toglierli dalla placca da forno e servirli

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, cronaca, estate, ricette ospiti, tradizioni, vacanze

Vlog:La giornata tipo in questo periodo

Ho chiesto,a qualche membro del gruppo,di descrivermi le loro giornate tipo durante la quarantena ,i loro pensieri e di darmi qualche foto -Ecco cosa hanno detto !!

I have asked some members to describe their typical day during the quarantine and their thoughts-here what they replied

Rosalba

During this period of quarantine, we have been texting, video chatting, and phoning family and friends. It’s been nice in the sense that everyone has more time to devote to nurturing relationships. Normally, I volunteer with an organization that provides in home company to lonely senior citizens. Before the pandemic, I was visiting my client in her home on a weekly basis. Now I phone her and send her letters as she does not have access to social media. I include poems, songs, photos to help her pass the time.
Everyone has had to adjust to this new way of living.Durante questo periodo di quarantena, abbiamo inviato SMS, video chat e telefonato a parenti e amici. È stato bello, nel senso che tutti hanno più tempo da dedicare a coltivare le relazioni. Di solito, faccio volontariato con un’organizzazione che si occupa della compagnia a casa dei cittadini anziani soli. Prima della pandemia, andavo a trovare la mia cliente a casa sua ogni settimana. Ora la chiamo e le mando lettere perché non ha accesso ai social media. Includo poesie, canzoni, foto per aiutarla a passare il tempo. Tutti hanno dovuto adattarsi a questo nuovo modo di vivere.

Zio Enzo

Le restrizioni da noi in Canada sono incominciate dal 15 marzo scorso. Ci siamo dovuti adattare a una vita di reclusione forzata per evitare il  possibile contagio con questo maledetto Coronavirus. Questo cambiamento del modo di vivere non e’ stato facile per nessuno di noi ma ci siamo dovuti adattare cercando di superare le difficolta’ giornaliere con coraggio e determinazione. Ogni giorno continuiamo a mantenere I contatti con le nostre figlie, i nostri nipoti, I miei fratelli e mia sorella in Italia, parenti ed amici. Dal mattino alla sera e’ una continuazione di telefonate, messaggi, FaceTime, Skype ed Emails.  Ci teniamo informati della salute fisica e mentale e nello stesso tempo cerchiamo di darci coraggio a vicenda per superare questo difficilissimo periodo che stiamo attraversando. Una volta la settimana vado a fare rifornimento di provviste da un negozio munito di mascherina e guanti e durante la giornata cuciniamo, facciamo un poco di esercizio usando una bicicletta stazionaria che abbiamo a casa, salendo e scendendo dalle scale del nostro condominio. Quando il tempo lo permette ne approfittiamo per farci una passeggiata nel parco che e’ di lato al nostro complesso. In serata guardiamo un poco di televisione o ascoltiamo un poco di musica.
Ci manca tanto il contatto fisico con le nostre figlie e nipoti, pranzare assieme a casa nostra o al ristorante! Durante questo periodo sono diventato un capellone giacché’ non posso andare dal mio barbiere!

The restrictions in Canada began on 15 March last. We had to adapt to a life of forced imprisonment to avoid possible contagion with this damn coronavirus. This change in the way of life has not been easy for any of us but we have had to adapt trying to overcome the daily difficulties with courage and determination. Every day we continue to maintain contact with our daughters, our nephews and nieces, my brothers and sister in Italy, relatives and friends. From morning to night is a continuation of phone calls, messages, FaceTime, Skype and Emails. We keep ourselves informed about our physical and mental health and at the same time we try to give each other courage to overcome this very difficult period we are going through. Once a week I go to a shop with a mask and gloves to stock up on supplies and during the day we cook, do a little exercise using a stationary bike that we have at home, going up and down the stairs of our apartment building. When the weather is good, we take advantage of it to take a walk in the park that is on the side of our complex. In the evening we watch a little bit of television or listen to some music.

We miss so much physical contact with our daughters and grandchildren, having lunch together at our house or at the restaurant! During this time I became a hairyhead because I can’t go to my barber!



kathi

I feel very responsible for my parents’ well-being during this time and have been checking in with them daily, usually with an activity to share with them, or some other way to engage with them so that they have an opportunity to be creative and experience something that they might not have orchestrated for themselves. Let’s face it, I know they love me, but their love for their grandchildren is a particularly extraordinary one. So I tend to ensure that my son Jude creates something musical for them, no matter how small. We also have been taking advantage of this time to turn my parents into formal teachers but asking them to prepare daily or weekly Italian language exercises for Jude. They get to feel useful, needed and successful (all of which they are!) while Jude gets the benefit of learning the world’s most beautiful language. Everything about this reciprocal process has been a gift to observe.
Mi sento molto responsabile del benessere dei miei genitori durante questo periodo e mi sento molto responsabile del loro benessere e mi sono fatta sentire ogni giorno con loro, di solito con un’attività da condividere con loro, o qualche altro modo per impegnarmi con loro in modo che abbiano l’opportunità di essere creativi e di sperimentare qualcosa che potrebbero non aver orchestrato da soli. Diciamocelo, so che mi vogliono bene, ma il loro amore per i loro nipoti è particolarmente straordinario. Quindi tendo a far sì che mio figlio Jude crei qualcosa di musicale per loro, non importa quanto piccolo sia. Abbiamo anche approfittato di questo tempo per trasformare i miei genitori in insegnanti formali, ma chiedendo loro di preparare esercizi quotidiani o settimanali di lingua italiana per Jude. Si sentono utili, necessari e di successo (e lo sono tutti!) mentre Jude ha il vantaggio di imparare la lingua più bella del mondo. Tutto in questo processo reciproco è stato un dono da osservare.

Giovanna

Noi abbiamo sempre lavorato, un po’ smart working e un po’ in azienda.Per fortuna non abbiamo risentito, come purtroppo altre persone, che sono stati fermi con il lavoro.La nostra è un’azienda multinazionale che produce beni di prima necessità ( detersivi) quindi abbiamo venduto tanto in questo periodo-Dal punto di vista personale, sia io che mio marito abbiamo continuato a dedicare del tempo in casa all’attività fisicaIo seguo i corsi on line della mia palestra,Ho fatte tante telefonate e videochiamate con le persone care che non potevo vedere

We have always worked, a bit ‘smart working and a bit’ in the company, fortunately we have not suffered, as unfortunately other people, who have been stuck with work. Ours is a multinational company that produces basic necessities (detergents) so we have sold a lot in this period- From a personal point of view, both my husband and I have continued to devote time at home to physical activityI follow the online courses of my gym, I have made many phone calls and video calls with loved ones that I could not see

Dopo aver preso coscienza della gravità del problema che stiamo vivendo e dopo un periodo di grande attenzione alle informazioni (troppe!) che i mass media ci davano, ho capito che continuare in quel modo avrebbe aggravato la situazione e allora ho deciso di vivere al meglio ciò che la vita mi stava offrendo. E così ho cominciato a trascorrere questo tempo con maggiore serenità e donando più occasioni ai miei rapporti con le persone che amo. E per farvi capire meglio voglio descrivervi una mia giornata di “isolamento”. Sveglia alle 8 e, dopo aver fatto colazione, subito in poltrona. -scambio di messaggi con amici più cari. -rassegna televisiva dei quotidiani nazionali. -video chiamate con figli e nipoti (4 più 7)
-giochi col PC e parole incrociate
-pranzo e così via nel pomeriggio fino alla sera.
Sento molto parlare di insofferenza, ma io devo confessare che sono riuscito a creare un ritmo che mi consente di occupare il mio tempo in un modo gratificante e pensare con maggiore serenità a questa pandemia che segnerà duramente la nostra vita, ma ci ha anche dato la possibilità di capire il valore di tante cose importanti, che stavamo dimenticando

After becoming aware of the seriousness of the problem we are experiencing and after a period of great attention to the information (too much!) that the media were giving us, I realized that continuing in that way would aggravate the situation and so I decided to live to the fullest what life was offering me. And so I began to spend this time with greater serenity and giving more opportunities to my relationships with the people I love. And to make you understand better I want to describe a day of “isolation” of mine. Wake up at 8 a.m. and, after breakfast, immediately in the armchair. -exchanging messages with close friends. -Television review of national newspapers. -I see calls with children and grandchildren (4 plus 7)… -PC games and crosswords -lunch and so on in the afternoon until the evening. I hear a lot of talk of impatience, but I must confess that I have managed to create a rhythm that allows me to occupy my time in a rewarding way and think with greater serenity about this pandemic that will mark our lives hard, but it has also given us the opportunity to understand the value of many important things, that we were forgetting

Adam


“Because of the mandatory quarantine period, I am unable to socialize with anyone other than my parents and sister. I check in with my grandparents with FaceTime. I play interactive video games with my friends on a daily basis. We are able to keep in touch as well as have fun playing the games. Tomorrow I will start more University online courses to get ahead in my studies for next year. It’s been challenging to stay in touch with everyone but we are doing our best!””A causa del periodo di quarantena obbligatorio, non posso socializzare con nessuno che non siano i miei genitori e la sorella. Faccio il check-in con i miei nonni con FaceTime. Ogni giorno gioco ai videogiochi interattivi con i miei amici. Siamo in grado di rimanere in contatto e di divertirci giocando. Domani inizierò altri corsi universitari online per fare carriera nei miei studi per il prossimo anno. È stato difficile rimanere in contatto con tutti, ma stiamo facendo del nostro meglio”.

Tony

We are doing a lot of FaceTiming and texting every day! We will send funny tweets or posts we see on Instagram to each other, and I also play virtual games with some family members! 😁

tony

Mentre stiamo entrando nella “fase 2” qui a Ginevra con i bimbi che tornano a scuola, é un buon momento per riflettere sulla prima fase che abbiamo passato. Negli ultimi due mesi, le routine sono state abbastanza simili quasi tutti i giorni: 

  • sveglia alle 7 del mattino e si prepara la colazione con Marcel, aspettando che le ragazze si alzano
  • le ragazze devono finire entro le 8 per unirsi alle loro classi online, ognuna nella sua rispettiva stanza. 
  • Dopo un po di sport, il più delle volte un giro su Zwift
  • tra le 10 e le 17 generalmente un mix di aiutare Louise con i suoi compiti, tenere Marcel impegnato, fare videochiamate con l’ufficio e condividere il lavoro con Olivia per fare shopping, cucinare, caricare e scaricare la lavastoviglie! 
  • Dopo di solito portiamo i bimbi fuori al parco se il tempo è bello, vogliamo farli correre un po ‘all’aria aperta! Siamo stati fortunati qui a Ginevra che non ci sono state restrizioni per uscire, anche se i giochi tipo scivoli ed altalene erano chiusi. Quindi tante passeggiate in bici per tutti! 
  • La serata passa rapidamente con il bagnetto, la preparazione della cena, le storie di buonanotte per Marcel. Generalmente puntiamo sempre a finire entro le 20:30, ma alla fine sembra che sono sempre le 21:30 quando finalmente simao “liberi”! Anche se stanchi ci vediamo una puntata su Netflix prima di risporasrci per la prossima giornata!

Gabriele

Gaya

Sabrina

Ciao a tutti gli amici de Il Mondo di Cate!

In questi giorni di lockdown e quarantena siamo rimasti in contatto grazie alla tecnologia che fortunatamente ci ha permesso di non perdere i contatti con gli amici e i parenti lontani. Anzi così abbiamo avuto anche la scusa di ritrovare magari persone che non sentivamo da un po’…a me è capitato con una mia amica delle medie ed una dell’università, e mi ha fatto molto piacere! Ci siamo promesse di trovare almeno un’occasione per rivederci appena possibile, e chissà che alla fine non si possa cavarne qualcosa di buono da questo momento così duro e difficile…

Dal canto mio ho trascorso il tempo guardando molte serie televisive e recuperando film che non avevo avuto modo di vedere, portando a spasso il mio cane Bright e tentando (con scarsissimi risultati) di fare qualche esercizio con i video di YouTube…

Finalmente sembra che la situazione si stia un po’ assestando, e non vedo l’ora di reincontrare tutti e di andarmi a fare un bel bagnetto nella piscina di una delle mia amiche più speciali!!

Hello, all friends of Cate’s World!

In these days of lockdown and quarantine we stayed in touch thanks to technology that fortunately allowed us not to lose contact with distant friends and relatives. In fact, we also had the excuse to find people we hadn’t heard from for a while … I happened to a friend of mine from middle school and university, and I was very pleased! We promised to find at least one chance to see each other again as soon as possible, and who knows that in the end we can’t get something good out of this hard and difficult moment…

For my part I spent the time watching many TV series and recovering movies I hadn’t had the chance to see, walking my dog Bright and trying (with very little results) to do some exercises with YouTube videos…
Finally it seems that the situation is settling down a bit, and I can’t wait to meet everyone again and go for a swim in the pool of one of my most special friends!!!

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, amici, cronaca, curiosità, hobby, novita', tradizioni, vacanze

Hey Jude

Oggi voglio presentare agli amici del  MONDO un artista dai molti talenti che a soli 14 anni é già famoso in Canada e che, sono sicura, sarà presto una star internazionale.
Sto parlando di mio cugino JUDE ZAPPALA! 
Prima del Corona virus è già stato protagonista di molti musicals (vi faccio vedere qualche foto della sua interpretazione della “FEBBRE DEL SABATO SERA“.
In questi giorni di Coronavirus Jude ha composto un bel video, da grande professionista multiforme. Può sembrare una “normale interpretazione di una canzone, ma, da quello che ho capito, Jude ha prima registrato individualmente:
– il suono della batteria,
–  il suono del sassofono,
–  il suono della chitarra,
–  la sua voce 
– il video di sua mamma, Kathy, che balla
– il suo video
E poi ha mixato il tutto, con questo risultato!

Today I want to introduce to the friends of the WORLD an artist with many talents who at the age of 14 is already famous in Canada and who, I’m sure, will soon be an international star.
I’m talking about my cousin JUDE ZAPPALA!
Before the Coronavirus he had already been in many musicals (I will show you some photos of his interpretation of  ” SATURDAY NIGHTFEVER”.
In these days of Coronavirus Jude has composed a nice, very professional video where he  shows many of his talents:  It may sound like a “normal interpretation of a song, but from what I understand, Jude:
first recorded separately:
  – the sound of the drums,
– the sound of the saxophone,
– the sound of the guitar,
–  His voice
– the video of his dancing mother
– his video
And then he mixed everything, with this result!

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, vacanze

5 minuti con i bambini e ragazzi/futura mamma-cosa pensano di questo periodo

Come ben sappiamo da un mese a questa parte,siamo costretti, a stare in casa grazie al corona virus-Mi sono permessa, grazie anche all’aiuto dei genitori, di fare qualche intervista di come stanno reagendo i bimbi che conosco ecco le domande e risposte

ti mancano i tuoi amici?do you Miss your friends

ti manca andare a scuola?do you Miss your school

cosa pensi di questo periodo?what do you think of this period

ti piacela scuola online!?Do you like online schooling

Luisa8annisvizzera

Olivia Ontario Canada 🇨🇦

I definitely miss not being able to hang out with friends and go out, it has definitely been a huge adjustment period and shock from my normal busy routine. We are trying to make the most of this period by FaceTiming our friends, taking free online courses, reading, working out, and learning new skills!! I am trying to be patient with the situation, and looking forward to when this is all over 😊😊Sicuramente mi manca il fatto di non poter uscire con gli amici e di non poter uscire, è stato sicuramente un periodo di adattamento enorme e lo shock della mia normale routine impegnata. Stiamo cercando di sfruttare al meglio questo periodo con FaceTiming i nostri amici, frequentando corsi online gratuiti, leggendo, facendo esercizio fisico e imparando nuove abilità! Sto cercando di essere paziente con la situazione, e non vedo l’ora di vedere quando tutto questo sarà finito 😊😊

Sabina (6 anni Roma)

  • Cosa pensi del periodo?
    Bellissimo. Preferisco restare a casa perché posso giocare a quello che voglio e la merenda è più buona!
  • ti piace la scuola online? No affatto
    What do you think of the period? Beautiful. I prefer to stay home because I can play what I want and the snack tastes better! Do you like online school? No, I don’t.

Matteo5anni Roma

Ciao Cate!
Si mi mancano molto i miei amici e andare a scuola! Mi piace molto disegnare, dipingere, fare i lavoretti con tanti materiali. Sono felice di giocare con mamma e papa’. Hi, Cate! Yes I really miss my friends and go to school! I really like to draw, paint, do chores with lots of materials. I’m happy to play with mom and dad.

😍

Emanuele16anni San ilario d’enza

I miei amici mi mancano un po’ ma grazie alle videochiamate riusciamo cmq a stare in contatto…

Andare a scuola non mi manca…facevo sempre fatica a svegliarmi presto però studio lo stesso tanto anzi di più…ogni giorno ci sono videolezioni quindi da fare ce n’è e le giornate sono piene lo stessoÈ un periodo strano ma sono tranquillo a casa anche se i miei genitori vanno a lavorare…mi spiace tanto per le persone che si ammalano e soprattutto quelle che sono morte…spero tanto trovino presto una cura e un vaccinoLa scuola online da una parte mi piace perché non devo svegliarmi presto ma ci sono le cose negative: è più difficile comunicare e chiedere spiegazioni, all’inizio alcuni miei compagni facevano confusione, disturbavano, interrompevano, ora sono più bravi e va meglio…ormai andremo avanti fino alla fine dell’anno scolastico quindi dobbiamo considerare normale studiare così

I miss my friends a little bit but thanks to video calls we can stay in touch… I don’t miss going to school… I always had a hard time to wake up early but I study the same, even more so… every day there are video lessons so there are plenty to do and the days are full of the same… It’s a period of time strange but I’m quiet at home even if my parents go to work…I’m so sorry for people who get sick and especially those who have died…I hope they find a cure and a vaccine soon…I like online school on the one hand I like it because I don’t have to wake up early but there are the negative things: it’s more difficult to communicate and ask for explanations, at the beginning some of my classmates were confusing, disturbing, interrupting, now they are better and better … now we will go on until the end of the school year so we must consider it normal to study like this

Flavio New York 5anni

Ecco le risposte di Flavio:
-Do you miss not going to school? I do not miss it because I have fun at home.

  • ti manca non avere i tuoi amici? Sì, mi mancano i miei amici Jacob e Max. Ti piace la scuola online? Mi piacciono alcune cose come le storie, la matematica e il disegno, ma le poesie, la scrittura e tutto il resto è noioso. 🤣 cosa ne pensi di questo periodo? Mi piace stare a casa, ma mi manca nuotare e visitare i giardini botanici. Mi manca anche avere appuntamenti di gioco.ti manca non avere i tuoi amici? Sì, mi mancano i miei amici Jacob e Max. Ti piace la scuola online? Mi piacciono alcune cose come le storie, la matematica e il disegno, ma le poesie, la scrittura e tutto il resto è noioso. 🤣 cosa ne pensi di questo periodo? Mi piace stare a casa, ma mi manca nuotare e visitare i giardini botanici. Mi manca anche avere appuntamenti di gioco.

Paolo e Giulio (Roma)

Sicuramente mi manca il fatto di non poter uscire con gli amici e di non poter uscire, è stato sicuramente un periodo di adattamento enorme e lo shock della mia normale routine impegnata. Stiamo cercando di sfruttare al meglio questo periodo con FaceTiming i nostri amici, frequentando corsi online gratuiti, leggendo, facendo esercizio fisico e imparando nuove abilità! Sto cercando di essere paziente con la situazione, e non vedo l’ora di vedere quando tutto questo sarà finito 😊😊
Non mi manca andare a scuola perché dovevo uscire di casa la mattina presto quando fa freddo, adesso non devo uscire!
Mi piace la scuola a distanza perché si usa Zoom!
Questo periodo un po’ mi piace e un po’ non mi piace. Non mi piace perché muoiono le persone, mi piace perché posso giocare e guardare la tv.

I certainly miss not being able to go out with friends and not being able to go out, it was definitely a huge adjustment period and the shock of my normal busy routine. We are trying to make the most of this time with FaceTiming our friends, taking free online courses, reading, exercising and learning new skills! I’m trying to be patient with the situation, and I can’t wait to see when all this is over 😊😊 I don’t miss going to school because I had to leave home early in the morning when it’s cold, now I don’t have to go out! I like distance school because you use Zoom! I kind of like this period and I kind of don’t. I don’t like it because people die, I like it because I can play and watch TV.

Rachele(8anni)Roma

GIULIO (6)
Sì, mi mancano tanto gli amici
Mi manca la scuola e il mio banco
La scuola a distanza mi piace perché vedo gli amici, ma non mi piace perché ci sono tanti compiti
Non mi piace questo periodo perché posso andare fuori solo in giardino o a buttare la spazzatura.

Yeah, I really miss my friends. I miss school and my desk I like distance school because I see friends, but I don’t like it because there’s so much homework. I don’t like this period because I can only go out in the garden or take out the trash.

Jude Northbay

  1. I do miss going to school. Not really for the classes, but for the social aspect because I always like to be around my friends and classmates.
  2. I miss my friends and classmates a lot. Not being able to go out is really tough for most people my age, but we try to get around that by texting and using FaceTime to talk to each other.
  3. Personally, I really like the online school format. I have a pretty good work ethic so for the most part, I can just complete my work at the start of the week and not have to worry about it. But, for some other kids online school is a big problem because there is no one to tell them to do their work; some kids need a little push to get things done.

Mi manca andare a scuola. Non proprio per le lezioni, ma per l’aspetto sociale, perché mi piace sempre stare con i miei amici e i miei compagni di classe. Mi mancano molto i miei amici e i miei compagni di classe. Non poter uscire è davvero difficile per la maggior parte delle persone della mia età, ma cerchiamo di aggirare la cosa inviando messaggi e usando FaceTime per parlare tra di noi. Personalmente, mi piace molto il formato scolastico online. Ho un’etica del lavoro piuttosto buona, quindi per la maggior parte del tempo posso completare il mio lavoro all’inizio della settimana senza dovermi preoccupare. Ma, per alcuni altri ragazzi la scuola online è un grosso problema perché non c’è nessuno che dica loro di fare il loro lavoro; alcuni ragazzi hanno bisogno di una piccola spinta per portare a termine le cose.

Andrea Jr (Avellino)

Certo che mi mancano i miei amici, ma sto cercando di tenermi in contatto con loro attraverso i social network

All’inizio non credevo che l’università mi potesse mancare, ma effettivamente l’assenza di molte piccole cose, anche tra semplici colleghi, inizia a farsi sentire.

Penso che questo periodo sia uno dei più particolari degli ultimi decenni. Tralasciando tutti i fattori economici e politici, e soffermandomi sul lato umano, credo che questo periodo sia un’opportunità di crescita per tutti noi: da quanto tempo non restavamo “da soli” a contatto con noi stessi? Senza possibilità di evadere siamo stati costretti a fare i conti con i nostri stessi pensieri: c’è chi ne ha approfittato per rilassarsi, chi per meditare sui propri errori e chi sulla propria vita in generale.I think this period is one of the most particular in recent decades. Leaving aside all the economic and political factors, and dwelling on the human side, I believe that this period is an opportunity for growth for all of us: how long has it been since we were “alone” in contact with ourselves? With no chance to escape we were forced to reckon with our own thoughts: some took the opportunity to relax, some to meditate on their mistakes and some on their lives in general.

Elena (in dolce attesa)

grande e latente preoccupazione. Nessuna madre penserebbe mai di trascorrere la sua gravidanza durante il corso di una pandemia insidiosa e dalla portata mondiale. Eppure, la solita fortunella, a me è successo! J E questa situazione di confino e impossibilità a muoversi, iper-controllo delle strutture sanitarie, rende in effetti le normali pratiche e visite di una gestazione di sicuro più difficoltose. E, a conti fatti, spero che nei prossimi mesi le cose migliorino così da non ritrovarmi a dover partorire a casa con la consulenza telefonica di un qualche ginecologo improvvisato (cosa che, più o meno, è già accaduta a qualche altra novella madre). Ma, di contro – vediamo il lato positivo, c’è senz’altro meno caos e forse alcune ‘pratiche’ mi sono state anche per questo motivo snellite, in termini di tempi e logistica. Certo, a quest’altezza in cui procedo a passo spedito (si fa per dire) verso le ultime fasi della gestazione, mi sarebbe piaciuto andare in giro a vedere di persona le cose da fare, da comprare, per me e per il futuro nascituro (un maschio, per la gioia della mamma aarghhh, anzi no per la gioia del papà J)! E, forse, in effetti lo farò non appena la fase critica sarà passata. Nel frattempo, però, tra una pausa e l’altra tra lavoro, sonni, e pasti, navigo in maniera compulsiva su internet in cerca di informazioni, possibili cose da acquistare, e corsi pre-parto da fare (eventualmente) online. Per noialtri abituati a “campare” su internet e di internet non è niente di sconvolgente, ma certo è che la reclusione forzata non facilita lo smaltimento dello stress psicologico legato alle turbolenze ormonali e agli attacchi famelici tipici della gravidanza (vedi I think this period is one of the most particular in recent decades. Leaving aside all the economic and political factors, and dwelling on the human side, I believe that this period is an opportunity for growth for all of us: how long has it been since we were “alone” in contact with ourselves? With no chance to escape we were forced to reckon with our own thoughts: some took the opportunity to relax, some to meditate on their mistakes and some on their lives in general. T-Rex in piena astinenza da cibo). Il coronavirus ci ha messo, a noi futuri genitori così come – anche se in maniera decisamente più invisibile – ai futuri pargoli, di fronte a una prima grande sfida famigliare, e speriamo che superata questa saremo poi in grado di affrontare con una certa facilità ogni altra sfida che si prospetti all’orizzonte. The best is yet to come! Per ora, aspettiamo fiduciosi, con un inscindibile misto di gioia, frenesia, e inquietudine, la fine della quarantena, così come quella delle 40 settimane. #mothertobe

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, vacanze

Articolo ospite-a cura di Bruno &Mitzy-“i lavori artigianali di Bruno

Devo dire che da quando sono andato via da Rivoli (2010) ho fatto molto poco con la scultura e mi sono dedicato alla preparazione delle cornici, a Rivoli c’era la nostra Associazione di Scultura ed Intaglio che stimolava a fare e poi il nostro maestro Enrico Rimoldi era molto bravo e riusciva a darti delle idee ed ad aiutarti in caso di necessità. Qui a Pergine ho iniziato a procedere con il Cacciatore delle Alpi, tipico soggetto del Sudtirolo, sono stato molto lento con il lavoro, ora devo fare alcune rifiniture ma è un lavoro noioso, procedo solo quando mi vergogno di non averlo ancora finito.
La scultura dell’Angelo che vola sopra le montagne l’ho realizzata perché mi piaceva un quadro di Pietro Verdini, pittore molto noto nel territorio ed anche in Germania ed Inghilterra. Ora voglio scolpire un frate, avevo un ramo di ciliegio ed avevo visto una foto che mi piaceva, così ho iniziato a preparare il fissaggio del ramo ed ora inizierò a fare qualcosa. La scultura mi piace sempre ma da quando sono a Pergine sono stato occupato con le iniziative culturali e l’ho molto trascurata, ora in tempo di Coronavirus, l’ho ripresa assieme alla lettura di tanti libri che aspettavano di essere spolverati e letti.
In successione devo fare due facciate di capitello per metterle in cucina, dove ho rivestito una parete con le perline, e realizzato due colonnine su cui le dovrò inserire. Ho già pensato a lungo a come farle ed ora potrei iniziare a lavorare, i due pezzi sono già pronti.
Le cornici mi sono sempre piaciute perché, per me, servono per mettere in evidenza il quadro. All’inizio le facevo di legno che poi le finivo con la cera d’api, poi amici pittori mi hanno regalato dei quadri ed ho voluto renderle policrome in modo da abbinarle al soggetto, il risultato mi è piaciuto.
I due supporti per le lampade del giro scale per andare in mansarda sono stati un lavoro che ho fatto dopo il trasloco a Pergine, allora dovevamo incominciare a sistemarci e le luci avevano la priorità.
Come puoi notare io sono solo un artigiano del legno.

I must say that since I left Rivoli (2010) I did very little with sculpture and I dedicated myself to the preparation of the frames, in Rivoli there was our Association of Sculpture and Carving that stimulated to do and then our master Enrico Rimoldi was very good and was able to give you ideas and help you in case of need. Here in Pergine I started to proceed with the Hunter of the Alps, a typical South Tyrolean subject, I was very slow with the work, now I have to do some finishing touches but it’s a boring work, I proceed only when I am ashamed not to have finished it yet. The sculpture of the Angel flying over the mountains I made it because I liked a painting by Pietro Verdini, a painter very well known in the territory and also in Germany and England. Now I want to sculpt a monk, I had a cherry tree branch and I saw a picture that I liked, so I started to prepare the fixing of the branch and now I will start to do something. I always like the sculpture but since I’m in Pergine I’ve been busy with cultural initiatives and I’ve neglected it a lot, now in Coronavirus time, I’ve taken it back with the reading of many books waiting to be dusted and read. In succession I have to make two sides of capital to put them in the kitchen, where I covered a wall with beads, and made two columns on which I will have to put them. I have already thought long and hard about how to make them and now I could start working, the two pieces are already ready. I’ve always liked the frames because, for me, they serve to highlight the painting. At the beginning I made them out of wood and then I finished them with beeswax, then friends painters gave me some paintings and I wanted to make them polychrome in order to match them with the subject, I liked the result. The two supports for the lamps of the stairway to go in the attic were a job that I did after the move to Pergine, then we had to start to settle down and the lights had priority. As you can see, I’m just a wood craftsman.