articoli/post

Pubblicato in: A casa con Caterina, animali, autunno, cani, cene, cronaca, curiosità, estate, hobby, inverno, italia, paesaggi, ristoranti, tradizioni, tradizioni estate amici compagnia, turismo, vacanze

Ritrovarsi a cena

Pubblicato in: A casa con Caterina, articoli ospiti, cibo, cronaca, estate, foto, ginevra, italia, luisa, novita', paesaggi, ristoranti, roma luisa, tradizioni, tradizioni, turismo, vacanze, valentina, valentina, visite

Vacanza in Canada

This summer we decided to go and visit a small part of the vast territory that Canada has to offer. We were attracted both by the nature and the opportunity to do a family roadtrip amidst amazing scenery, as well as the possibility of catching up with our Canadian uncles and cousins. The trip didn’t disappoint!

We landed in Toronto after a long day in planes and airports. A modern, very North-American city that the girls immediately loved. We mixed some tourism and some shopping for some basics as our luggage was mysteriously misplaced during the flights. In the evening, we got to catch up with the wonderful Olivia who is living and working in Toronto.

 

After this city break, we headed north. First stop was in Huntsville where Rosalba and Steve hosted us and treated us to a full Canadian summer lake experience, with canoeing, boating, tubing, swimming… as well as culinary delights ranging from barbecues to roasting marshmallows in the evening sunset.

 

Next, we spent a few days in a cabin in the Algonquin natural park. This is a beautiful and unspoiled park with lots of forests, lakes and rivers. We enjoyed hiking on some of the very well marked trails, biking along a disused railway track, and canoeing to a little island in the middle of the lake that the kids loved exploring. The other big hit were the chipmunks that lived near our cabin and were very friendly. A common sight for the locals but definitely a delight for the kids, as some were brave enough to come and eat some feed straight from the kids’ hands!

 

We then proceeded to head further north still, to the fabled land of North Bay. We spent a couple of days with the rest of the Zappalà family and enjoyed Enzo and Elena’s cuisine, Jude’s musical and hockey talents, and Kathi and Cristina’s never-ending array of games and fun. The whole family had a blast and it was wonderful to see how well everyone got on – felt like we had been all hanging out together for years. We tried to plant a few seeds in everyone’s minds that a reverse visit in Europe should follow soon.

 

Time was running out so we had to press to the last few stops. One evening in Ottawa gave us a sense of this historical city and the capital of Canada. The following day we headed East towards Montreal, with a short stop in a nature reserve called Parc Omega where the kids enjoyed seeing many of the Canadian animals up close. Montreal again had a very different feel to the other big cities, both from the language perspective but also architecturally with the old town having a more European feel. We managed to visit a large part of the city with a bike tour, and get a good view from the top of the panoramic wheel. We also got to meet the local police to report that our hire car was stolen! Of course this did not stop us as we were quickly equipped with a new vehicle and on our way to the last stop.

 

Just one and a half hours away we had the last two days to relax after the city life. We visited the “Eastern Townships” of Magog and Ayers Cliff, a tourist destination by the lakes here and we were again struck by the lovely villages and got to enjoy time on the lakes.

 

Thanks you for two memorable weeks, Canada!

 

 

Quest’estate abbiamo deciso di andare a visitare una piccola parte del vasto territorio Canadese. Siamo stati attratti sia dalla natura che dall’opportunità di fare un viaggio in famiglia in uno scenario straordinario, nonché dalla possibilità di incontrare i nostri zii e cugini canadesi. Il viaggio non ha deluso!

 

Siamo atterrati a Toronto dopo una lunga giornata in aereo e in aeroporto. Una città moderna, molto nordamericana, che le ragazze hanno subito amato. Abbiamo mescolato un po’ di turismo e un po’ di shopping dato ché i nostri bagagli erano misteriosamente perduti durante i voli. La sera abbiamo incontrato la fantastica Olivia che vive e lavora a Toronto.

 

Dopo questa pausa in città, ci siamo diretti a nord. La prima tappa è stata a Huntsville, dove Rosalba e Steve ci hanno ospitato e ci hanno regalato un’esperienza completa delle attività estive canadesi, con canoa, canottaggio, tubing, nuoto… così come delizie culinarie che vanno dai barbecue alla tostatura di marshmallow ammirando il tramonto.

 

Successivamente, abbiamo trascorso alcuni giorni in una capanna nel parco naturale dell’Algonquin. Questo è un parco bellissimo e incontaminato con molte foreste, laghi e fiumi. Ci siamo divertiti a fare escursioni su alcuni dei sentieri molto ben segnalati, in bicicletta lungo un binario ferroviario in disuso e in canoa verso una piccola isola nel mezzo del lago che i bambini hanno adorato esplorare. L’altro grande successo sono stati gli “chipmunk” – un tipo di scoiattolo endemico.  Un animale comune per la gente del posto ma sicuramente un novità per i bambini, dato che alcuni sono stati abbastanza coraggiosi da venire a mangiare un po’ di cibo direttamente dalle loro mani.

 

Ci dirigemmo quindi ancora più a nord, nella favolosa terra di North Bay. Abbiamo trascorso un paio di giorni con il resto della famiglia Zappalà e ci siamo goduti la cucina di Enzo ed Elena, i talenti musicali e di hockey di Jude e la serie infinita di giochi e divertimento di Kathi e Cristina. L’intera famiglia si è divertita moltissimo ed è stato meraviglioso vedere come andavano d’accordo tutti – sembrava che fossimo stati insieme per anni. Abbiamo naturalmente incoraggiato tutti a venirci a rendere visita in Europa rapidamente!

 

Il tempo a disposizione stava finendo, quindi abbiamo dovuto continuare alle tappe succesive. Una sera a Ottawa ci ha dato un’idea di questa città storica e capitale del Canada. Il giorno seguente ci siamo diretti verso est in direzione di Montreal, con una breve sosta in una riserva naturale chiamata Parc Omega, dove i bambini si sono divertiti a vedere da vicino molti degli animali canadesi. Montreal aveva un’atmosfera molto diversa dalle altre grandi città, sia dal punto di vista linguistico ma anche architettonico con la vecchia Montreal che aveva un’atmosfera più europea. Siamo riusciti a visitare gran parte della città con un tour in bicicletta e ad avere una buona vista dalla cima della ruota panoramica. Abbiamo anche incontrato la polizia locale per denunciare che la nostra auto a noleggio è stata rubata! Ovviamente questo non ci ha fermato perché siamo stati rapidamente equipaggiati con un nuovo veicolo e siamo diretti all’ultima fermata.

 

A solo un’ora e mezza di distanza abbiamo passato gli ultimi due giorni in relax dopo la vita cittadina. Abbiamo visitato le “Cantons le l’Est” di Magog e Ayers Cliff, una destinazione turistica sui laghi qui e siamo rimasti nuovamente colpiti dagli incantevoli villaggi e abbiamo potuto goderci i laghi.

 

Grazie per due settimane memorabili, Canada!

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, articoli ospiti, cultura, estate, foto, paesaggi, tradizioni, turismo, vacanze

Articolo ospite di Gaya”palio del velluto “

Domenica scorsa, con i nostri amici Chiara e Alessio, siamo stati a Leonessa, un paesino vicino al monte Terminillo, per il “Palio del Velluto”, una sagra che dal Rinascimento al 2020 era sempre stata fatta per rievocare degli eventi di quell’epoca, legati a una figlia dell’imperatore Carlo V che sposò uno dei Medici e divenne signora anche di quelle terre, ma… Poi nel 2020 è venuto il Covid e tutte le manifestazioni sono state sospese, fino a oggi!!! Tutto il paese comunque, purtroppo anche devastato dall’ultimo terremoto, domenica è stato popolato dai suoi abitanti nei costumi del Rinascimento (tutti fatti a mano!), e inoltre ci sono state giostre con cavalli e cavalieri, parate coi tamburi, e un’ottima cena “antica”, che era stata allestita in vari punti: in una contrada c’erano gli antipasti, in un’altra le zuppe, in una piazzetta le carni, in un belvedere i dolci…! È stato veramente un evento simpatico e speriamo che questo paese così grazioso possa tornare a vivere!

Last Sunday, with our friends Chiara and Alessio, we went to Leonessa, a small village near Mount Terminillo, for the ‘Palio del Velluto’ (Velvet Palio), a festival that from the Renaissance to 2020 had always been held to commemorate events of that era, linked to a daughter of Emperor Charles V who married one of the Medici and became a lady of that land as well, but… Then in 2020 came the Covid and all the events were suspended, until today! The whole town, however, unfortunately also devastated by the last earthquake, was populated on Sunday by its inhabitants in Renaissance costumes (all handmade!), and there were also jousts with horses and riders, parades with drums, and an excellent ‘ancient’ dinner, which had been set up in various places: in one contrada there were hors d’oeuvres, in another soup, in a small square meat dishes, in a belvedere desserts…! It was truly a nice event and let’s hope that this pretty town can come alive again!

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, cene, cronaca, curiosità, estate, film, ginevra, hobby, italia, luisa, meteo, novita', tradizioni estate amici compagnia, valentina, valentina

24 ore con Tony e bambini

Questo fine settimana,ci sono venuti a trovare Tony e bambini-Sono arrivati venerdì notte(tra ritardi e cambio di programma all ‘ultimo).Abbiamo passato lo stesso un ottimo fine settimana ,facendo ristorante la prima sera,poi passeggiata,piscina cose varie in piscina-adesso li aspettiamo per la loro venuta in estate!☺️a presto

This weekend, we were visited by Tony and the kids-They arrived on Friday night (between delays and last minute change of plans) We still had a great weekend, had a restaurant the first night, then a walk, pool and various things in the pool-now we’re waiting for them to come in the summer!☺️soon This weekend, we were visited by Tony and the kids-they arrived on Friday night (between delays and last minute changes of plans) We still had a great weekend, had a restaurant the first night, then a walk, pool and various things in the pool-now we’re waiting for them to come in the summer!

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, contatti, cultura, estate, foto, inverno, italia, natura, novita', paesaggi, roma, tradizioni, tradizioni estate amici compagnia, turismo, vacanze, visite

Passeggiata a Valmontone

Ieri siamo dovuti andare a Palestrina,per ritirare il nuovo busto,e così mentre abbiamo dovuto aspettare per il ritiro,ne abbiamo approfittato,per andare in un centro commerciale (outlet )li vicino che era da un po’ di tempo che non ci andavamo-anche se il tempo non era dei migliori,non ha piovuto anche se era nuvoloso.Io ho preso degli occhiali da sole,e una giacca viola(che si vede in foto)Yesterday we had to go to Palestrina, to pick up the new bust, and so while we had to wait for the collection, we took the opportunity to go to a mall (outlet) nearby that was a while since we went there-although the weather was not the best, it did not rain even if it was cloudy. I took some sunglasses, and one jacket already there is purple (which you can see in the picture)

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, amici, animali, articoli ospiti, autunno, ciriosita', cronaca, cultura, curiosità, foto, hobby, inverno, italia, novita', Pasqua, ricette ospiti, tempo meteo, tradizioni, tradizioni estate amici compagnia, turismo, vacanze, varie foto, visite

Quartiere Pigneto (Roma)articolo ospite di gaya

PIGNETO.
Ieri mi trovavo al Pigneto e, seguendo lo spunto di un gruppo di tortore che mi hanno fatto pensare a Caterina, loro grande amica, ho pensato di scrivere qualcosa su questo quartiere, a me molto caro. È un quartiere abbastanza periferico e per certi aspetti degradato e abbandonato a se stesso, fra la via Casilina e la Prenestina, ma, come i nomi stessi di queste grandi arterie suggeriscono, anche pieno di storia e di umanità, passata e recente. Infatti oltre la decadente ferrovia si scorge un imponente acquedotto antico romano, e oltre la via della “Movida”, caratterizzata da piccoli locali dedicati al rito dell’aperitivo frequentati da giovani (e meno giovani!) “hipsters”, compaiono villini primo-noveventeschi davvero pittoreschi, viuzze riscattate dall’abbandono amministrativo grazie all’amore dei residenti che hanno colorato i muri con murales spesso a tema politico (e poetico). Non a caso questo quartiere è stato mostrato nella sua realtà popolare e struggente da Pierpaolo Pasolini, e in questi giorni è in corso una mostra fotografica lungo il quartiere dedicata alle pellicole qui girate dallo scomparso regista. Una particolarità è anche la metro C, da poco aperta, che ha finalmente collegato quartieri prima “off-limits” come questo al centro di Roma. Avendo come snodo s. Giovanni, essa ospita un museo sotterraneo dedicato a tutti i reperti trovati durante i lavori di scavo, con un bellissimo allestimento che indica, man mano che ci si inoltra in profondità sulla scala mobile, quali periodi ed eventi storici corrispondono ai rispettivi livelli di profondità della terra. Negozi che segnalo con piacere sono: la libreria “Spazio Nagual”, in via Vincenzo Coronelli, che affronta tematiche spirituali e relative alla ricerca interiore; l’alimentari bio “Panis Naturae”, particolarmente interessante per il suo panificio che rifornisce molti punti “Natura Sì” di Roma con i suoi prodotti sani e squisiti, in via Romanello da Forlì; il locale “Er Ciriòla”, in stile vintage, molto simpatico con una vastissima selezione di “ciriole” (tipico panino romano) farcite in ogni modo possibile!

PIGNETO. Yesterday I was in Pigneto and, following the cue of a group of turtledoves that made me think of Caterina, their great friend, I thought of writing something about this neighborhood, which is very dear to me. It is a rather peripheral neighborhood and in some ways degraded and abandoned to itself, between Via Casilina and Prenestina, but, as the names of these major arteries suggest, also full of history and humanity, past and recent. In fact, beyond the decadent railway you can see an imposing ancient Roman aqueduct, and beyond the street of the “Movida”, characterized by small places dedicated to the ritual of the aperitif frequented by young (and not so young!) “hipsters”, appear really picturesque early-nineteenth-century villas, narrow streets redeemed from administrative neglect thanks to the love of residents who have colored the walls with murals often with a political (and poetic) theme. It is no coincidence that this neighborhood was shown in its popular and poignant reality by Pierpaolo Pasolini, and these days is running a photo exhibition along the district dedicated to the films shot here by the late director. A peculiarity is also the Metro C, recently opened, which has finally connected neighborhoods before “off-limits” like this to the center of Rome. Having as its junction s. Giovanni, it houses an underground museum dedicated to all the artifacts found during the excavation work, with a beautiful display that indicates, as you go deeper on the escalator, which periods and historical events correspond to the respective levels of depth of the earth. Stores that I would like to point out with pleasure are: the bookstore “Spazio Nagual”, in via Vincenzo Coronelli, which deals with spiritual themes and inner research; the organic grocery “Panis Naturae”, particularly interesting for its bakery that supplies many “Natura Sì” points in Rome with its healthy and delicious products, in via Romanello da Forlì; the restaurant “Er Ciriòla”, in vintage style, very nice with a wide selection of “ciriole” (typical Roman sandwich) stuffed in every possible way!

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, articoli ospiti, autunno, cronaca, foto, inverno, italia, natura, tempo meteo, tradizioni, turismo, vacanze

Articolo ospite di kathi(sorella di rosalba)La fauna selvatica di Bonita Spring

La fauna selvatica di Bonita Spring è molto differente di quella di North Bay, Ontario in Canada (dove abito io). Durante la mia prima visita in mattinata, ho visto un anhinga che nuotava in un laghetto, esponendo solamente il collo e la testa, sembrando un serpente che avanzava nell’acqua. Dopo saltò su un tronco d’albero mezzo sommerso e incominciò ad inghiottire un pesce luna attraverso il suo lungo e sottile collo. Nello stesso tempo ho ammirato con curiosità numerosi aironi di differenti dimensioni. In un altro laghetto ho visto numerosi alligatori e tartarughe. Durante un giro in bicicletta in paese con Rosalba alcune persone ci hanno indicato un gruppo di alligatori appena nati non più lunghi di 25 cm. Durante la nostra gita con una kayak sul fiume Imperial abbiamo visto un maestoso airone nero crestato e pure un gruppo di delfini scherzosi che ci hanno permesso di seguirli per la maggior parte del percorso. Quasi ogni giorno dalla spiaggia potevamo vedere delfini e una varietà di uccelli che svolazzavano nel vento. Debbo dire che quello che mi ha piacevolmente impressionato di più a riguardo della fauna di Bonita Spring era l’abbondanza di coniglietti bruni che si trovavano dappertutto, più abbondanti degli scoiattoli che abbiamo a North Bay. I coniglietti sono i miei preferiti. Una creatura che non mi ha fatto piacere incontrare e’ stato il grosso topo delle palme. Questo tipo di topi usa l’albero delle palme come abitazione e certe volte si vedono alcuni di questi animali morti alla base dell’albero.
La vista degli alberi delle palme e’ una novità per me, mentre i pini rossi e bianchi che crescono in mezzo alle palme, sono comuni dove abito io.
C’è tanto da vedere e da esplorare in Florida dove abita Rosalba senza bisogno di andare troppo lontano.

The wildlife at Rosalba’s place is very different from that of home in North Bay, ON.  On my first morning visiting, I watched an anhinga swim through the water with just its neck and head exposed so that it looked like a snake pulsing forward.  It settled on a log and began to force the sunfish it had captured down its long slender neck.  At this same pond I would watch with curiosity the herons – including Great Blue Herons – the ibis and the egrets.  At another pond, I saw alligators and turtles.  On a bike ride through the community, Rosalba and I were lucky  to have pointed out to us some newly-hatched baby alligators – not much bigger than about 25 cm I’d say.  As we paddled kayaks in the Imperial River, we saw a black-crowned night heron, and also several playful dolphins that allowed us to follow them for most of the journey. More dolphins appeared at our days at the beach, as well as teams of terns, rather funny-looking birds, but also committed as they firmly held their ground into the wind.  Now I’m a fairly simple woman with simple loves.  And so the wildlife that stood out to me the most were the bounty of little brown bunnies everywhere – more abundant than the squirrels at home.  Bunnies are by far my favourite.

The one creature I did not enjoy meeting were the palm rats.  We would find a few dead ones at the base of palm trees every now and again, and after some research, I discovered they frequently make palm trees their homes – gross! Other than that discovery, the palm trees were beautiful and foreign sights.  I was surprised to find white and red pines growing alongside them, which we of course have at home.  

So much to explore at Rosalba’s Florida home without venturing from her neighborhood. Amazing!

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, autunno, ciriosita', cronaca, cronaca, cultura, paesaggi, roma, tempo meteo, tradizioni, tradizioni estate amici compagnia, turismo, vacanze, varie, varie foto

Marzo tempo matto

For us, February and March have been fairly quiet, with the usual routine activities, i.e. swimming pool, sunbathing when possible, shopping centre, then various visits to get the car fixed, which I’ll show you later-Thursday the hairdresser came and I got my hair cut-The weather in February and March so far has been much colder than January, in fact we’ve often had a cold wind, even if it’s sunny-In fact, the turtledoves had started to nest, but since yesterday they’re no longer there, evidently they’ll be back later-what’s the weather like there?

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, animali, artivoli ospiti, autunno, compagna, cronaca, cultura, curiosità, estate, foto, italia, natura, novita', paesaggi, tradizioni, tradizioni estate amici compagnia, turismo, vacanze, varie foto

Articolo ospite di Gaya -lago di Nemi(Castelli Romani Rm)

NEMI.
Lunedì abbiamo fatto una passeggiata intorno al lago di Nemi, forse il più grazioso dei Castelli Romani. Un paesino a picco su un lago pieno di segreti, fra cui navi romane trovate sul suo fondo e un semi-intatto tempio alla dea Diana, non visitabile ufficialmente purtroppo, e incredibilmente facente parte della proprietà della fattoria “Il Nemus”. Altre volte siamo stati lì e gentilmente ce lo hanno fatto visitare, coi suoi pavimenti a mosaici, che affaccia direttamente sul lago. Inoltre abbiamo comprato presso di loro molti barattoli di marmellata di rose antiche, una specialità prodotta da questi due simpatici signori che coltivano queste varietà di profumatissime rose che non hanno mai subito modifiche: la rosa damascena e la centifolia. In questa fattoria hanno percorsi didattici per bambini, animali come asini e caprette e un “teatro di paglia”, attività in cui spiegano le antiche origini di questi luoghi, da sempre votati al culto della Dea. La cosa bizzarra è che tutti gli animali della fattoria, per un puro caso, gatti compresi, sono esclusivamente femmine! La Dea reclama ancora le sue esigenze e le sue multiformi ancelle :)Lo sciroppo di rise antiche del Nemus-le foto sono in momenti diversi perché siamo andati spesso

NEMI.On Monday we took a walk around Lake Nemi, perhaps the prettiest of the Castelli Romani. A small village overlooking a lake full of secrets, including Roman ships found at the bottom of it and a semi-underground temple to the goddess Diana, not officially visitable unfortunately, and incredibly part of the property of the farm “Il Nemus”. Other times we have been there and they kindly let us visit it, with its mosaic floors, overlooking the lake. We also bought from them many jars of old rose jam, a speciality produced by these two nice gentlemen who grow these varieties of fragrant roses that have never been altered: the Damask rose and the Centifolia. On this farm they have educational paths for children, animals such as donkeys and goats and a “straw theatre”, activities in which they explain the ancient origins of these places, which have always been devoted to the cult of the Goddess. The bizarre thing is that all the animals on the farm, by pure chance, including cats, are exclusively female! The Goddess still claims her needs and her multiform handmaidens :)The syrup of ancient laughter of Nemus-the photos are at different times because we went often

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, autunno, cronaca, cronaca, curiosità, foto, inverno, irlanda, italia, natura, paesaggi, roma, tempo meteo, tradizioni, vacanze

Giorni della merla

The days of the blackbird, 29, 30, 31 January and 1 February, are known as ‘the days of the blackbird’. According to legend, blackbirds used to have white plumage. It happened that, during a particularly cold year, a blackbird and its chicks flew in search of food, without finding any. It took refuge in a tree, and then to find shelter from a great snowfall, under an eaves. But the storm was raging. So, in order to find a milder shelter, the little family hid in a chimney from which smoke and warmth came. When they re-emerged on the first of February, they found a good and a bad surprise. The good one was a warm sun that had finally come out to warm them up. The bad news was that their plumage had changed colour and become black from soot.-In this period we are having quite cold days-hopefully it means that we should fer Nice spring-what us the weather with you?

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, articoli ospiti, cibo, cronaca, foto, inverno, italia, ricette ospiti, tradizioni, vacanze

Ricetta ospite da Bruno e Mitzy-riso al terolghego-

Recipe. Risotto with “Teroldego” wine Ingredients: A knob of butter 1/2 onion 1 litre of meat stock 100gr.of Carnaroli rice each, A lot of parmesan cheese One glass Peel and brown Add rice and toast Pour in the wine little by little Add the boiling broth little by little, stir and let it evaporate. Allow 20 minutes, add a lot of Parmesan cheese and cover, turn off the heat, it is delicious.

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, autunno, cene, foto, ginevra, inverno, italia, luisa, natale, natale foto, ristoranti, tradizioni, tradizioni, turismo, vacanze, valentina, valentina, visite

Natale 2021

This year, after three years, in spite of the covid and the restrictions, we wanted to spend it in the mountains in Courmayeur with Tony and his family. It was a nice interlude, to come back on vacation and to travel… The only problem was Marcello’s broken leg, but he recovered quickly enough… To repeat (the vacation)!

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, articoli ospiti, autunno, cronaca, inverno, natura, ricette ospiti, tradizioni, vacanze, varie foto

Ricetta ospite Mitzy&Bruno Verdure grigliate

Ricetta di Bruno.
Verdure al forno.
Ingredienti:
1 finocchio tagliato a listarelle,
2 carote tagliate a rondelle sottili,
2 cucchiai di pangrattato,
1 patata lessa tagliata sottile,
pezzettini di formaggio molle o 1 mozzarella,
un pochino di sale,
Olio q.b.
una spolverata di Parmigiano grattugiato.

Olio e pangrattato ,finocchi più sale,foglie di basilico pangrattato e olio,Carole e olio,patate lesse(cuociono prima)Pangrattato, parmigiano, sale…mezz’ora di forno a 200°, poi 10 minuti di grill (noi abbiamo un vecchio forno a gas…per tempo e temperatura non garantisco😰)

Bruno’s recipe.Baked vegetables.Ingredients: 1 fennel cut into strips, 2 carrots cut into thin rounds, 2 spoons of breadcrumbs, 1 boiled potato cut into thin slices, small pieces of soft cheese or 1 mozzarella, a little salt, oil to taste, a sprinkling of grated Parmesan.

Oil and breadcrumbs, fennel plus salt, basil leaves, breadcrumbs and oil, Carole and oil, boiled potatoes (they cook first), breadcrumbs, parmesan cheese, salt…half an hour in the oven at 200°, then 10 minutes of grill (we have an old gas oven…for time and temperature I don’t guarantee😰)

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, articoli ospiti, autunno, compleanni, compleanno, curiosità, italia, pittura, roma, tradizioni, vacanze, visite

Articolo ospite-Il viaggio delle amiche-a cura di Gaya

THE FRIENDS’ JOURNEY. This painting, which is very naive, was designed to keep Cate company during the night, in fact the moon, the boat and the shells have been painted with a fluorescent pigment! There are various symbolisms linked to the moon and the blue mantle, dolphins and shells, but an artist never says too much 🙂 But the main symbolism is that of life as a voyage, in which Cate is represented as a mermaid, given her special relationship with water and swimming, and we, armed with a simple boat, but with a meaningful name (the collage from which the boat is made is taken from an article on Pink Floyd’s album “Atom Heart Mother”, which I love very much), go along with her on this magical and sometimes mysterious voyage… Under a special protection and guidance 🐬🌛

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, animali, autunno, cani, casper, cibo, compleann, compleanno, cronaca, inverno, italia, novita', pittura, ristoranti, roma, tempo meteo, tradizioni, tradizioni estate amici compagnia, vacanze, visite, visite

Compleanno!!!

Although this is not a good time, as we know, because of the death of Casper, at least we were able to organize the first reunion (after three years!) because of Covid, and other events … where we finally managed to bring together all the friends, (Including Sabrina), and it was a really nice day and a distraction we really wanted!!! Thank you all for participating, and we hope soon to be able to repeat (this time husbands and children stayed home but we will do it again!)

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, autunno, ciriosita', compleanni, compleanno, cronaca, foto, ginevra, italia, paesaggi, ristoranti, roma, tradizioni, tradizioni, vacanze, varieottobre

Tanti auguri a Marcel

E oggi,celebriamo,oltre a Halloween ,il quinto compleanno di Marcello !sta diventando proprio grande!!tanti auguri 🎁

And today,it’s another special day infact we are celebrating Marcel’s 5th birthday!!many best wishes

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, articoli ospiti, autunno, cibo, cronaca, cronaca, curiosità, inverno, italia, ricette ospiti, tradizioni, vacanze

Ricetta ospite-polpettone vegetariano da Bruno e Mitzy

In forno 20minuti fuoco vivace , girare , altri 20 minuti
Buon appetito

Vegetable meatloaf Ingredients 2 small carrots 2 small courgettes 1 potato 1 egg 2 tablespoons of chickpea flour Salt Pepper Nutmeg Parmesan cheese Breadcrumbs

In the oven 20 minutes over a high heat, turn, another 20minutes. Enjoy your meal.

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, articoli ospiti, cene, estate, tradizioni estate amici compagnia, vacanze

Pesto rivisitato

PESTO REVISITED. This is a fairly classic recipe, but a friend who took a cookery course gave us this variation, which I tried to make again yesterday…. Not for dieters!!! 😀 I cut the potatoes into small pieces and boiled them, then I added some filleted courgettes; I mixed everything with olive oil, some garlic, toasted almonds and pine nuts, plenty of fresh basil and mint, and a lot of pecorino cheese! Then I ‘diluted’ the mixture with the pasta cooking water to make it more liquid… Et voila, a million calories but no regrets!!! 😀

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, cani, cene, contatti, cronaca, cultura, estate, ginevra, italia, luisa, natura, paesaggi, ristoranti, roma, tradizioni, turismo, vacanze, valentina, visite

Un agosto intenso ,ma piacevole!

Come ben sapete,ha fatto molto caldo,ma abbiamo speso molto bene il tempo,tra passeggiate,nuotate in piscina,lo scartamento dei regali,uscite nei vari ristoranti.Purtroppo quest’anno dato il periodo di ferie,non ci sono stati i cavalli,ma si rifaranno quanto prima!!

Also this year, from 11 to 19 August we had the pleasant company of grandchildren-have been about two weeks-as you know, it was very hot, but we spent very well the time, including walks, swimming in the pool, the unwrapping of gifts, outputs in various restaurants. Unfortunately, this year given the vacation season, there were no horses, but we will make up as soon as possible!

Pubblicato in: A casa con Caterina, amici, cani, cibo, cronaca, cultura, curiosità, inverno, italia, natura, novita', paesaggi, Pasqua, ristoranti, tradizioni, turismo, vacanze, visite

Zia Nella in trasferta

Dal 10al 21 luglio,abbiamo avuto l’onore di poter ospitare la cara zia Nella-Anche se in quella settimana,il tempo è stato più fresco del solito,abbiamo goduto al massimo,la presenza di zia nella-Finalmente le ho potuto mostrare come nuoto,e abbiamo potuto fare qualche gita fuori porta,come al mercato centro commerciale,e ristorante-questa volta non ci sono state visite,la prossima vedremo!!Arrivederci😘☺️


From July 10 to 21, we had the honor of being able to host dear Aunt Nella-Although in that week, the weather was cooler than usual, we enjoyed to the fullest, the presence of Aunt Nella-Finally I was able to show her how I swim, and we were able to take a few trips out of town, such as to the market mall, and restaurant-this time there were no visits, the next we will see!!!Goodbye😘☺️

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, animali, autunno, cronaca, cultura, curiosità, estate, italia, meteo, natura, paesaggi, Pasqua, tradizioni, vacanze

Nido di Tortore

This spring, we hosted in our garden, a couple of turtle doves-so little by little, once discovered, we became fond of them, and once discovered, every time we went out from far away, we kept an eye on them, not to scare them away-they made the nest on the palm tree, (right next to where we eat out, so we had to be careful) they stayed there long enough, about 2 months at least-we could observe their movements, and the “wars” with other birds!!!Three puppies were born, and they sadly left yesterday – I wonder if they’ll come back to nest again sooner or later!

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, amici, cronaca, curiosità, estate, foto, io ho un sogno, italia, natura, novita', paesaggi, tradizioni, turismo, vacanze, varie, varie foto

Ora della piscina !!!

L’altro ieri,finalmente,dopo due anni e mezzo,ho finalmente potuto rivedere e prendere i primi contatti ,con la piscina !!

È stato molto bello,rientrare in acqua dopo così tanto tempo!!!

Certo,mi devo abituare alla nuova situazione,ma sono sicura che a poco a poco c’è la farò!!!

Per L’occasione,la parrucchiera è venuta,e ho finalmente potuto tagliare i capelli!!

The day before yesterday, after two and a half years, I was finally able to see and make my first contacts with the pool! It was very nice to get back in the water after such a long time! Of course, I have to get used to the new situation, but I’m sure that little by little I will make it!!! For the occasion, the hairdresser came, and I could finally cut my hair!! Let’s hope that this is the beginning of a new chapter more positive and serene for everyone!

Pubblicato in: A casa con Caterina, amici, cronaca, cultura, curiosità, estate, italia, novita', Pasqua, tradizioni, tradizioni, turismo, vacanze

Il mio percorso a ostacoli verso la piscina

https://drive.google.com/file/d/1ylUN6y_xIb-wlNnSr1fzJeAqGw7LphVO/view

(Jude il figlio di mia cugina Kathi canadese di cui abbiamo già ampiamente parlato in molti articoli,è stato così gentile da dedicarmi questa canzone


Dal 25 marzo al15 aprile, ho dovuto fare un altro soggiorno in  clinica,(sempre alla Mater Dei) dove ero stata a Natale.
Questa volta è stata una cosa che ci ha preso alla sprovvista, ma come sempre, abbiamo visto il lato buono e speriamo che davvero sia la fine di questa brutta avventura-
Come per Natale, a causa del Covid, non ho potuto ricevere visite, tranne che dai miei genitori (mia mamma è stata sempre con me e papà veniva di giorno☺️)-
Con tutti gli altri mi sono sentita via telefono, messaggi e videochiamata-
Nei primi giorni ho dovuto fare degli ulteriori accertamenti, in aggiunta a quelli fatti precedentemente a casa, poi ho potuto passare la Pasqua a casa, per ritornare in ospedale il martedì-
Nel frattempo erano arrivati i risultati delle analisi che, ahimè, hanno confermato che dovevo fare un ennesimo intervento.
Per fortuna, tutto  è andato bene e sono già a casa-

Ringrazio tra gli altri, tutto lo staff del 1 piano della Mater Dei, il team chirurgico del Prof.  Carlesimo e tutti i medici che mi hanno seguito (compresa Alba!)
Speriamo di non vederci più  alla Mater Dei ma solo in piscina!!!!

From March 25 to April 15, I had to make another stay in the clinic, (again at Mater Dei) where I had been at Christmas.
This time it was something that caught us off guard, but as always, we saw the good side and hopefully it really is the end of this bad adventure-
As at Christmas, due to Covid, I could not receive visitors, except from my parents (my mom was always with me and dad came during the day☺️) –
With all the others I was in contact via phone, text and video call-
In the first days I had to do some further tests, in addition to those previously done at home, then I was able to spend Easter at home, to return to the hospital on Tuesday-
In the meantime, the results of the tests had arrived which, alas, confirmed that I had to have yet another operation.
Fortunately, everything went well and I’m already home-

I would like to thank, among others, all the staff of the 1st floor of Mater Dei, the surgical team of Prof. Carlesimo and all the doctors who followed me (including Alba!)
We hope not to see each other again at the Mater Dei but only in the pool !!!!

Pubblicato in: A casa con Caterina, amici, autunno, cibo, cronaca, curiosità, foto, inverno, italia, paesaggi, ristoranti, roma, tradizioni, vacanze, visite

Natale in vacanza..oppure no..

Come ben sapete, quest’annata tutti abbiamo passato le feste sotto tono, per le restrizioni anticovid-

Io le ho passate ancora in maniera diversa,in Ospedale -Come ben sapete la ferita al gluteo è ben guarita ,ma è rimasta la ferita al tallone.Sono Rimasta in ospedale un mese e mezzo(prima con un macchinario chiamato vac dovevo togliere l’iniezione,poi l’operazione)-Stavolta per le norme anti Covid Zia nella non ha potuto raggiungerci, ma mamma che e’rimasta sempre con me anche di notte,si sono dati il cambio-☺️🙏Dato le rigide norme anti covid(I miei dovevano fare il tampone ogni 5giorni)-Non potevo avere visite “reali” ma sono stata in continuo contatto con parenti e amici.Gaya ha fatto anche una mini visita,a portarmi un regalino e a prendersi il calendario!!

Ora sono tornata a casa -sto avendo una medicazione ogni tre giorni, e la ferita si sta rimarginando sempre di più-Con il bel tempo in arrivo speriamo di poter riprendere a poco a poco le normali attività-Casper è stato ben curato,ma è stato ugualmente depresso e triste per la nostra mancanza, ma ora si sta riprendendo-

As you know, this year we all spent the festive season under the weather, due to the anti-COVID restrictions.

As you know, the wound on the buttocks has healed well, but the wound on the heel has remained. I stayed in hospital for a month and a half (first with a machine called vac I had to remove the injection,then the operation)-This time due to the anti covid rules Aunty Nella couldn’t join us,but Mum who stayed with me all the time even at night,they took over-☺️🙏Due to the strict anti covid rules(My parents had to have a swab every 5 days)-I couldn’t have “real” visits but I was in constant contact with relatives and friends. Gaya even had a mini visit,to bring me a little present and get the calendar!!!Casper was well being after,but nonetheless he was depressed and sad-now we’re back home he is happy again

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, cibo, cronaca, natale, natale foto, novita', paesaggi, roma, tradizioni, visite

Auguri di buon natale

Il blog “il Mondo di Cate”auguri a tutti voi,e alle vostre famiglie un buon natale -vi mando anche un piccolo regalo,il nostro calendario-

the blog “Il mondo di Cate wishes you and your family a merry Christmas calendario

https://www.dropbox.com/s/5d25qa8b7crjvkm/calendario.pdf?dl=0

Pubblicato in: A casa con cate, articoli ospiti, novita', Poesie, ricette ospiti, vacanze

-Articoli ospiti-a cura Di Rosalba-poesie messaggi positivi –

ask your loyal followers to submit a favourite poem of hope or inspiration. A nice compilation may be just what we all need during these challenging times.I would like to submit the following:

inserire una poesia positiva, o una frase positiva per fare meno triste questo periodo -io ho scelto questa

Quando le cose vanno male, come a volte capita,
Quando la strada che percorri sembra sempre in salita,
Quando i fondi sono bassi e i debiti sono alti,
E tu vorresti sorridere ma riesci appena a sospirare
Quando non riesci a mantenere cura di te stesso,
Riposati se devi, ma non mollare.

La vita è curiosa, piena di colpi di scena,
Come ognuno di noi certe volte impara,
Me la traiettoria si può correggere,
Con coraggio, costanza e perseveranza
Non ti scoraggiare nei momenti difficili,
Otterrai successo se continui a lottare.

Spesso il successo è più vicino
Di quello che appare ad un individuo,
Bisogna continuare a combattere
Fino a quando si raggiunge il risultato finale

Successo è l’opposto di fallimento
Il colore argenteo della nuvola del dubbio,
E tu non puoi mai sapere quanto vicino sei,
Può essere vicino quando sembra lontano,
Quindi continua a lottare quando sei colpito
Quando le cose sembrano al punto peggiore, non devi mollare.

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, amici, animali, autunno, compagna, cronaca, curiosità, italia, novita', regolamento, tradizioni, vacanze

Il “nostro Jude”

Come ben sappiamo,Jude è il nipote canadese-Lo abbiamo già notato in varie sue opere ,e’molto noto in Canada-come artista di teatro e canto-

come Ben sappiamo a causa del coronavirus, non si possono svolgere le normali attività-

In Canada e in altri paesi del nord, il giorno 11novembre è festa(giorno della memoria o giorno dell’armistizio)e si ricordano le persone defunte nella prima guerra mondiale.Nella scuola di Jude ,svolgono sempre cerimonie,questa festa è da sempre molto sentita,ma quest’anno come ben sappiamo hanno trovato un altro modo per celebrare l’evento, in questa occasione in modo virtuale -Jude ha cantato in una piazza ed è stato intervistato dalla radio e televisione locale,e vi mostro la canzone.(Jude si trova nel minuto 3)Speriamo prima o dopo l’onore di poterlo ascoltare anche in Italia

Jude is our Canadian nephew-As you know,he is a all round artist-
in Canada and in other northern countries,the 11of November is a holiday, armistice day in which commemorates the people who sadly passed away in the first world wor-

In Jude school it’s a very felt festivity-As you know with coronavirus it couldn’t be held in person,but this year virtually-Jude sung this song,and was interviewed by the local radio and news

Pubblicato in: A casa con Caterina, autunno, cene, cibo, compleanno, cronaca, curiosità, foto, inverno, natura, paesaggi, tradizioni

Compleanno virtuale

Ieri come sapete ,è stato il mio compleanno.Come ben sappiamo,c’è il coronavirus, quindi non si è svolta,la tradizionale festa (o a pranzo o cena)con le amiche,ma sono comunque stata celebrata,molto bene virtualmente in tutti i modi,a partire dai messaggi telefonate,regali a sorpresa (possono diventare benissimo delle ladre!!)a parte Giulia che è stata colta in fragrante!!!!(meno male!!!)comunque devo dire che siete state bravissime!!!anche il tempo ha cooperato,infatti abbiamo pranzato in giardino,e stati in giardino-Speriamo l’anno prossimo di poterla fare vera!!Yesterday it was my birthday.as you know with COVID, we can’t celebrate properly,but I had anyway a very nice day with many presents,messages phone calls videocalls from friends and family-They have been with me even though distant-Hopefully next year it can be for real

Pubblicato in: A casa con Caterina, amici, articoli ospiti, autunno, cronaca, cultura, curiosità, estate, film, foto, italia, paesaggi, Pasqua, ristoranti, tradizioni, turismo

Articolo ospite-Vacanza in cilento-a cura di Gaya

VACANZA IN CILENTO
Quest’estate, oltre che sul Monte Livata, su cui ho già scritto, siamo stati anche in Cilento, un’area della Campania in provincia di Salerno, appena sotto la Costiera Amalfitana, nota per il mare incontaminato, gli antichi templi del sito di Paestum, e, last but not least… La mozzarella di bufala!!! Abbiamo fatto una scorpacciata infinita di questo squisito latticino, bagni in un’acqua cristallina sotto la quale ho raccolto bellissimi sassi striati, e goduto di tramonti spettacolari dalle scogliere o da paesini come Castellabate, reso celebre dal film “Benvenuti al Sud” (che però noi non abbiamo visto!)… Ovviamente siamo stati accompagnati dal nostro inseparabile pappagallo Garuda, a cui abbiamo dovuto praticamente costruire una stanza in un giorno coi materiali che abbiamo arrabattato (a Ferragosto!!!) perché il b&b era costituito da un open space… E vi posso garantire che non è la soluzione ideale per un pappagallo che vola libero! Comunque la gente lì è molto civile, con grande attenzione all’ecologia, alla raccolta differenziata e all’ambiente in generale…

VACATION IN CILENTO This summer, as well as on Mount Livata, on which I have already written, we were also in Cilento, an area of Campania in the province of Salerno, just below the Amalfi Coast, known for its pristine sea, the ancient temples of the site of Paestum, and, last but not least… Buffalo mozzarella!!! We made a never-ending meal of this delicious dairy product, bathing in crystal clear water under which I collected beautiful striped stones, and enjoyed spectacular sunsets from the cliffs or from villages like Castellabate, made famous by the movie “Welcome to the South” (which we have not seen!)… Obviously we were accompanied by our inseparable parrot Garuda, to which we had to practically build a room in one day with the materials that we have scrambled (on August 15th!!!) because the b&b was an open space… And I can guarantee you that it is not the ideal solution for a parrot that flies free! Anyway the people there are very civilized, with great attention to ecology, recycling and the environment in general…

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, amici, compleanno, cronaca, cronaca, curiosità, ginevra, inverno, paesaggi, tradizioni, vacanze, valentina, valentina

Happy birthday Valentina

Ciao Valentina !

nonostante quest’anno molto speciale, rispetto comunque la tradizione , in inviandoti anche qui, gli auguri di buon compleanno! Buona giornata

buon compleanno

Even though,

this year is a very special one, I am still honouring you with a post! I wish you a very nice day happy birthday!!

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, amici, autunno, cene, cinema, compleanno, cronaca, cultura, curiosità, film, foto, hobby, italia, paesaggi, roma, tradizioni, turismo, vacanze, varie foto

Benvenuto Alessandro

Oggi diamo il benvenuto a Alessandro , figlio della mia amica Elena, nonostante questo anno complicato !(nato il 3ottobre) Non vediamo l’ora di conoscerti!!

and today we welcome Alessandro, son of my dear friend Elena-Even though in this strange year,she made a wonderful job! Can’t wait to meet you!!

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, articoli ospiti, cibo, foto, ricette ospiti, tradizioni, vacanze

-Ricetta ospite-a cura di Mitzy-pasta con sugo di melanzane , pomodorini e capperi

Ingredienti:
Olio e.v.o
1/2 cipolla di Tropea
3 melanzane viola, medie
Due manciate di pomodorini maturi.
1 manciata di capperi sotto sale.

Rosolare la cipolla a fettine.
Unire le melanzane tagliate a cubetti e far cuocere a fuoco vivo.
Aggiungere i pomodorini tagliati a metà e i capperi sciacquati dal sale.
Far cuocere a fuoco vivace, poi coprire col coperchio e cuocere mezz’ora.
Condire la pasta e spolverare con parmigiano a piacere

Ingredients:
Extra virgin olive oil
1/2 Tropea onion
3 medium purple eggplants
Two handfuls of ripe cherry tomatoes.
1 handful of salted capers.

Brown the sliced ​​onion.
Add the aubergines cut into cubes and cook over high heat.
Add the cherry tomatoes cut in half and the capers rinsed with salt.
Cook over high heat, then cover with the lid and cook for half an hour.
Season the pasta and sprinkle with Parmesan to taste
Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, amici, cani, cibo, cronaca, cronaca, cultura, curiosità, foto, italia, paesaggi, ristoranti, roma, tempo meteo, tradizioni, vacanze

..il mio agosto..

Questo 2020 di certo non c’è lo scorderemo tanto in fretta e soprattutto agosto non è stato un mese qualunque da molti punti di vista! Comunque abbiamo avuto lo stesso il piacere, di ospitare la nostra cara Zia Nella, che è rimasta con noi per tutto il mese.
Come sapete bene, sono stata ricoverata quasi un mese alla clinica Villa Margherita perché sono stata seriamente operata-

Dato le norme molto severe per il Covid, (ho dovuto fare anche il tampone) i visitatori dovevano darsi il turno per entrare in camera (non si poteva stare più di 2 in camera), quindi il più delle volte durante i pomeriggi, zia stava con me, e mamma rientrava la sera e stava con me di notte, e la mattina-.Gaya e Caterina mi sono venute a trovare e le ringrazio.
Con altre amiche e parenti siamo stati sempre in contatto via telefono e videochats!

sono rientrata a casa il 24agosto e zia è partita il 3 settembre.
Devo dire che i dottori e la maggior parte di infermieri\infermiere sono stati molto professionali e …simpatici! Un grazie anche per loro!Anche un ringraziamento ai genitori !!

Casper è stato molto triste durante la mia assenza, ma zia ha supplito molto bene,e sta recuperando il tempo perso.

Adesso ho ripreso a fare la maggioranza dei movimenti, e mi posso muovere di più e posso, un po’ alla volta, finalmente riprendere sole!! Ancora non riesco a nuotare però per via della ferita del tallone..speriamo presto..

speriamo presto di riprendere la “vita normale “con piscina uscite vita sociale

This 2020 won’t be forgotten in a hurry-
This August,in spite of Covid restrictions, we had  the pleasure to have zia Nella with us once again- 
As you know I was hospitalised during august, for a serious operation.

Due to the various strict hospital rules, only one max 2 people were allowed into the room-During the day,(in the afternoons) since we couldn’t stay all in the same room, mom and dad often went home while zia stayed with me,  and mom came back for the night,and mornings –
During this period,Gaya and Caterina came to visit , and it was nice to see them, thanks a lot.
With other friends and relatives I kept in touch by phone or video chats.
I must also say that doctors and nurses in hospital were very professional and kind, and I thank them too.Of course I would like to thanks also mum and dad
I came back home the 24 th of August and zia left on the 3rd of September.

Casper had been very down during this period, but I was checking on him constantly via Zia Nella.

I have now recuperated most movements, but still can’t swim for the heel wound: hopefully soon!!
hopefully soon we can restart ‘normal life ‘With pool, friends, outings etc-I will keep you updated 

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, articoli ospiti, cibo, cronaca, cultura, curiosità, estate, ginevra, italia, luisa, natura, paesaggi, ristoranti, tradizioni estate amici compagnia, turismo, vacanze, valentina, valentina

Articolo ospite-a cura di Tony-Vacanza in Grecia –

Sono sicuro che non c’è bisogno di menzionare quanto questo anno sia …. particolare in molti modi. Tuttavia, avevamo programmato a gennaio / febbraio una vacanza estiva in Grecia – e poiché durante la crisi sanitaria che é esplosa (e continua ancora!) la Grecia sembrava rimanere relativamente indenne e noi, avendo deciso di affittare ville appartate in ogni caso, siamo andati avanti come previsto e siamo contenti di averlo fatto!

Abbiamo trascorso due settimane in due diverse isole delle Cicladi: Amorgos e Paros.

Amorgos è stato la prima tappa. È la più remota delle isole e il viaggio in traghetto di 7 ore per arrivarci l’ha resa molto “autentica” e praticamente indenne dal turismo di massa. Abbiamo visitato i graziosi villaggi con casette bianche e mulini a vento sulle colline, percorso alcuni dei sentieri popolati principalmente da capre, punteggiati da occasionali chiesette, e ci siamo goduti il mare pulito e le spiagge. È l’isola dove Jacques Costeau ha girato “Il Grande Blu” ed è anche per questo che Valentine ha provato le immersioni subacquee per la prima volta, inizialmente con un corso introduttivo e poi in un’immersione completa a 13 metri sotto la superficie con papà e un istruttore. E sicuramente rimasta affascinata e si sta informando su tutte le prossime certificazioni che potrebbe ottenere!

Da Amorgos siamo andati a Paros, che ci ha fornito un bel contrasto: è stata la prima delle isole ad avere un aeroporto ed è molto più vicina ad Atene, quindi il turismo è molto più sviluppato e alcune delle città – specialmente Naoussa nel nord dell’isola – hanno tanti ristoranti e negozi per soddisfare i turisti pur mantenendo il fascino tradizionale. Ancora due settimane trascorse in relax, godendosi il mare, i panorami, la piscina, il cibo. Abbiamo fatto un giro in barca con la famiglia verso alcuni luoghi spettacolari come “la laguna blu” e “la baia dei pirati”, e Tony è scappato per un paio di giri in bicicletta intorno alle isole.

Il ritorno verso scuola ed ufficio é andato bene senza problemi, con una breve tappa ad Atene. Alla prossima!