Pubblicato in: A casa con Caterina, animali, autunno, cani, cene, cronaca, curiosità, estate, hobby, inverno, italia, paesaggi, ristoranti, tradizioni, tradizioni estate amici compagnia, turismo, vacanze

Ritrovarsi a cena

Pubblicato in: A casa con Caterina, articoli ospiti, cibo, cronaca, estate, foto, ginevra, italia, luisa, novita', paesaggi, ristoranti, roma luisa, tradizioni, tradizioni, turismo, vacanze, valentina, valentina, visite

Vacanza in Canada

This summer we decided to go and visit a small part of the vast territory that Canada has to offer. We were attracted both by the nature and the opportunity to do a family roadtrip amidst amazing scenery, as well as the possibility of catching up with our Canadian uncles and cousins. The trip didn’t disappoint!

We landed in Toronto after a long day in planes and airports. A modern, very North-American city that the girls immediately loved. We mixed some tourism and some shopping for some basics as our luggage was mysteriously misplaced during the flights. In the evening, we got to catch up with the wonderful Olivia who is living and working in Toronto.

 

After this city break, we headed north. First stop was in Huntsville where Rosalba and Steve hosted us and treated us to a full Canadian summer lake experience, with canoeing, boating, tubing, swimming… as well as culinary delights ranging from barbecues to roasting marshmallows in the evening sunset.

 

Next, we spent a few days in a cabin in the Algonquin natural park. This is a beautiful and unspoiled park with lots of forests, lakes and rivers. We enjoyed hiking on some of the very well marked trails, biking along a disused railway track, and canoeing to a little island in the middle of the lake that the kids loved exploring. The other big hit were the chipmunks that lived near our cabin and were very friendly. A common sight for the locals but definitely a delight for the kids, as some were brave enough to come and eat some feed straight from the kids’ hands!

 

We then proceeded to head further north still, to the fabled land of North Bay. We spent a couple of days with the rest of the Zappalà family and enjoyed Enzo and Elena’s cuisine, Jude’s musical and hockey talents, and Kathi and Cristina’s never-ending array of games and fun. The whole family had a blast and it was wonderful to see how well everyone got on – felt like we had been all hanging out together for years. We tried to plant a few seeds in everyone’s minds that a reverse visit in Europe should follow soon.

 

Time was running out so we had to press to the last few stops. One evening in Ottawa gave us a sense of this historical city and the capital of Canada. The following day we headed East towards Montreal, with a short stop in a nature reserve called Parc Omega where the kids enjoyed seeing many of the Canadian animals up close. Montreal again had a very different feel to the other big cities, both from the language perspective but also architecturally with the old town having a more European feel. We managed to visit a large part of the city with a bike tour, and get a good view from the top of the panoramic wheel. We also got to meet the local police to report that our hire car was stolen! Of course this did not stop us as we were quickly equipped with a new vehicle and on our way to the last stop.

 

Just one and a half hours away we had the last two days to relax after the city life. We visited the “Eastern Townships” of Magog and Ayers Cliff, a tourist destination by the lakes here and we were again struck by the lovely villages and got to enjoy time on the lakes.

 

Thanks you for two memorable weeks, Canada!

 

 

Quest’estate abbiamo deciso di andare a visitare una piccola parte del vasto territorio Canadese. Siamo stati attratti sia dalla natura che dall’opportunità di fare un viaggio in famiglia in uno scenario straordinario, nonché dalla possibilità di incontrare i nostri zii e cugini canadesi. Il viaggio non ha deluso!

 

Siamo atterrati a Toronto dopo una lunga giornata in aereo e in aeroporto. Una città moderna, molto nordamericana, che le ragazze hanno subito amato. Abbiamo mescolato un po’ di turismo e un po’ di shopping dato ché i nostri bagagli erano misteriosamente perduti durante i voli. La sera abbiamo incontrato la fantastica Olivia che vive e lavora a Toronto.

 

Dopo questa pausa in città, ci siamo diretti a nord. La prima tappa è stata a Huntsville, dove Rosalba e Steve ci hanno ospitato e ci hanno regalato un’esperienza completa delle attività estive canadesi, con canoa, canottaggio, tubing, nuoto… così come delizie culinarie che vanno dai barbecue alla tostatura di marshmallow ammirando il tramonto.

 

Successivamente, abbiamo trascorso alcuni giorni in una capanna nel parco naturale dell’Algonquin. Questo è un parco bellissimo e incontaminato con molte foreste, laghi e fiumi. Ci siamo divertiti a fare escursioni su alcuni dei sentieri molto ben segnalati, in bicicletta lungo un binario ferroviario in disuso e in canoa verso una piccola isola nel mezzo del lago che i bambini hanno adorato esplorare. L’altro grande successo sono stati gli “chipmunk” – un tipo di scoiattolo endemico.  Un animale comune per la gente del posto ma sicuramente un novità per i bambini, dato che alcuni sono stati abbastanza coraggiosi da venire a mangiare un po’ di cibo direttamente dalle loro mani.

 

Ci dirigemmo quindi ancora più a nord, nella favolosa terra di North Bay. Abbiamo trascorso un paio di giorni con il resto della famiglia Zappalà e ci siamo goduti la cucina di Enzo ed Elena, i talenti musicali e di hockey di Jude e la serie infinita di giochi e divertimento di Kathi e Cristina. L’intera famiglia si è divertita moltissimo ed è stato meraviglioso vedere come andavano d’accordo tutti – sembrava che fossimo stati insieme per anni. Abbiamo naturalmente incoraggiato tutti a venirci a rendere visita in Europa rapidamente!

 

Il tempo a disposizione stava finendo, quindi abbiamo dovuto continuare alle tappe succesive. Una sera a Ottawa ci ha dato un’idea di questa città storica e capitale del Canada. Il giorno seguente ci siamo diretti verso est in direzione di Montreal, con una breve sosta in una riserva naturale chiamata Parc Omega, dove i bambini si sono divertiti a vedere da vicino molti degli animali canadesi. Montreal aveva un’atmosfera molto diversa dalle altre grandi città, sia dal punto di vista linguistico ma anche architettonico con la vecchia Montreal che aveva un’atmosfera più europea. Siamo riusciti a visitare gran parte della città con un tour in bicicletta e ad avere una buona vista dalla cima della ruota panoramica. Abbiamo anche incontrato la polizia locale per denunciare che la nostra auto a noleggio è stata rubata! Ovviamente questo non ci ha fermato perché siamo stati rapidamente equipaggiati con un nuovo veicolo e siamo diretti all’ultima fermata.

 

A solo un’ora e mezza di distanza abbiamo passato gli ultimi due giorni in relax dopo la vita cittadina. Abbiamo visitato le “Cantons le l’Est” di Magog e Ayers Cliff, una destinazione turistica sui laghi qui e siamo rimasti nuovamente colpiti dagli incantevoli villaggi e abbiamo potuto goderci i laghi.

 

Grazie per due settimane memorabili, Canada!

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, autunno, cene, foto, ginevra, inverno, italia, luisa, natale, natale foto, ristoranti, tradizioni, tradizioni, turismo, vacanze, valentina, valentina, visite

Natale 2021

This year, after three years, in spite of the covid and the restrictions, we wanted to spend it in the mountains in Courmayeur with Tony and his family. It was a nice interlude, to come back on vacation and to travel… The only problem was Marcello’s broken leg, but he recovered quickly enough… To repeat (the vacation)!

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, animali, autunno, cani, casper, cibo, compleann, compleanno, cronaca, inverno, italia, novita', pittura, ristoranti, roma, tempo meteo, tradizioni, tradizioni estate amici compagnia, vacanze, visite, visite

Compleanno!!!

Although this is not a good time, as we know, because of the death of Casper, at least we were able to organize the first reunion (after three years!) because of Covid, and other events … where we finally managed to bring together all the friends, (Including Sabrina), and it was a really nice day and a distraction we really wanted!!! Thank you all for participating, and we hope soon to be able to repeat (this time husbands and children stayed home but we will do it again!)

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, autunno, ciriosita', compleanni, compleanno, cronaca, foto, ginevra, italia, paesaggi, ristoranti, roma, tradizioni, tradizioni, vacanze, varieottobre

Tanti auguri a Marcel

E oggi,celebriamo,oltre a Halloween ,il quinto compleanno di Marcello !sta diventando proprio grande!!tanti auguri 🎁

And today,it’s another special day infact we are celebrating Marcel’s 5th birthday!!many best wishes

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, articoli ospiti, autunno, cultura, curiosità, inverno, paesaggi, ristoranti, tradizioni, tradizioni estate amici compagnia, turismo, vacanze, varie ottobre

Autumn in Canada -articolo ospite da Rosalba

Recentemente, ho trascorso una giornata con una escursione su uno dei molteplici sentieri interpretativi dell’Algonquin Provincial Park in Ontario, Canada (a 40 minuti da casa mia). Questo vasto parco di 7663 chilometri quadrati con vicinanza a Toronto (364 km in auto)e Ottawa (276 km in auto) è uno dei parchi più famosi del Canada. I colori autunnali attirano migliaia di visitatori da tutto il mondo. Generalmente il momento per gustare lo scenario spettacolare sarebbe da metà settembre a metà ottobre. Oltre alla visione dei colori autunnali, l’Algonquin Park offre diverse altre attività tra cui trekking (a tutti livelli), canoa, pesca, mountain bike, equitazione, campeggio, picnic, birdwatching ecc. Bisogna essere consapevoli che c’è una forte concentrazione di fauna selvatica tra cui orsi neri,lupi, cervi, alci, volpi ecc. Forse alcuni seguaci di “Il Mondo” hanno familiarità con i famosi artisti canadesi conosciuti come Il Gruppo dei Sette. Gran parte della loro ispirazione artistica è derivata dall’incredibile scenario di Algonquin Park.

Recently, I spent a day hiking on one of the several interpretive trails of Algonquin Provincial Park in Ontario, Canada (located 40 min from my home). This vast park of 7,653 square kilometres with proximity to Toronto (364 km by car)and Ottawa (276 km by car)is one of the most popular parks in Canada. The fall colours attract thousands of visitors from all over the world. Typically, the peak time to view the spectacular scenery would be from mid-September to mid-October. In addition to fall colour viewing, Algonquin Park offers several other activities including hiking (all levels), canoeing, fishing, mountain biking, horseback riding, camping, picnicking, bird watching etc. One must be mindful that with all this wilderness comes wildlife including black bears, wolves, moose, fox, deer, etc. Perhaps some of “Il Mondo”followers are familiar with the famous Canadian artists known as the Group Of Seven. Much of their art inspiration came from the incredible scenery of Algonquin Park.

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, articoli ospiti, cene, cibo, cronaca, curiosità, estate, paesaggi, ricette ospiti, ristoranti, tradizioni, tradizioni estate amici compagnia, vacanze

Ricetta ospite di Gaya”ketunbar”

Un piatto che ho mangiato sempre volentieri in un ristorante di Testaccio che mi piace molto (e ora gli faccio anche pubblicità: si chiama “Ketùmbar”, è un ristorante molto particolare perché un’intera, ampia parete è costituita da una vetrata che poggia direttamente sui “cocci” accumulati e stratificati per decenni, da cui è costituito il Monte Testaccio a Roma!) è una parmigianina di zucchine romanesche al coccio. Oggi ho provato a rifarla! Le foto sono abbastanza esplicative, posso aggiungere che semplicemente ho sovrapposto strati di zucchine, che avevo precedentemente fritto, alternandole con il sugo di pomodoro al basilico e il formaggio! Ho usato una provola affumicata e del pecorino… A volte andando nei posti ci di può lasciar ispirare e provare a ripetere a casa qualcosa che ci è piaciuto particolarmente!


A dish that I have always liked to eat in a restaurant in Testaccio that I like a lot (and now I am also advertising it: it is called ‘Ketùmbar’, it is a very special restaurant because a whole, large wall is made of a glass wall that rests directly on the ‘cocci’ (fragments) accumulated and stratified for decades, which make up the Monte Testaccio in Rome! Today I tried to make it again! The photos are quite explanatory, I can add that I simply layered courgette, which I had previously fried, alternating them with the basil tomato sauce and cheese! I used a smoked provola and some pecorino… Sometimes going to places you can be inspired and try to repeat at home something you particularly liked!

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, cani, cene, contatti, cronaca, cultura, estate, ginevra, italia, luisa, natura, paesaggi, ristoranti, roma, tradizioni, turismo, vacanze, valentina, visite

Un agosto intenso ,ma piacevole!

Come ben sapete,ha fatto molto caldo,ma abbiamo speso molto bene il tempo,tra passeggiate,nuotate in piscina,lo scartamento dei regali,uscite nei vari ristoranti.Purtroppo quest’anno dato il periodo di ferie,non ci sono stati i cavalli,ma si rifaranno quanto prima!!

Also this year, from 11 to 19 August we had the pleasant company of grandchildren-have been about two weeks-as you know, it was very hot, but we spent very well the time, including walks, swimming in the pool, the unwrapping of gifts, outputs in various restaurants. Unfortunately, this year given the vacation season, there were no horses, but we will make up as soon as possible!

Pubblicato in: A casa con Caterina, amici, cani, cibo, cronaca, cultura, curiosità, inverno, italia, natura, novita', paesaggi, Pasqua, ristoranti, tradizioni, turismo, vacanze, visite

Zia Nella in trasferta

Dal 10al 21 luglio,abbiamo avuto l’onore di poter ospitare la cara zia Nella-Anche se in quella settimana,il tempo è stato più fresco del solito,abbiamo goduto al massimo,la presenza di zia nella-Finalmente le ho potuto mostrare come nuoto,e abbiamo potuto fare qualche gita fuori porta,come al mercato centro commerciale,e ristorante-questa volta non ci sono state visite,la prossima vedremo!!Arrivederci😘☺️


From July 10 to 21, we had the honor of being able to host dear Aunt Nella-Although in that week, the weather was cooler than usual, we enjoyed to the fullest, the presence of Aunt Nella-Finally I was able to show her how I swim, and we were able to take a few trips out of town, such as to the market mall, and restaurant-this time there were no visits, the next we will see!!!Goodbye😘☺️

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, amici, compagnia, cronaca, curiosità, estate, foto, ginevra, hobby, italia, luisa, natura, novita', paesaggi, ristoranti, tradizioni, tradizioni estate amici compagnia, turismo, vacanze, valentina, varie estate, visite, visite

Si riapre!!!

Finally, for some time now, the Zappalà house has reopened its doors, and we have started to see people – Suzy has come, of whom I unfortunately do not have a photo, Elena, so we finally got to meet Alessandro Giulia with Sabina, and last weekend we were visited by Tony with Marcello – (obviously with due caution) who will be next?! Follow us and you will find out!

Pubblicato in: A casa con Caterina, amici, autunno, cibo, cronaca, curiosità, foto, inverno, italia, paesaggi, ristoranti, roma, tradizioni, vacanze, visite

Natale in vacanza..oppure no..

Come ben sapete, quest’annata tutti abbiamo passato le feste sotto tono, per le restrizioni anticovid-

Io le ho passate ancora in maniera diversa,in Ospedale -Come ben sapete la ferita al gluteo è ben guarita ,ma è rimasta la ferita al tallone.Sono Rimasta in ospedale un mese e mezzo(prima con un macchinario chiamato vac dovevo togliere l’iniezione,poi l’operazione)-Stavolta per le norme anti Covid Zia nella non ha potuto raggiungerci, ma mamma che e’rimasta sempre con me anche di notte,si sono dati il cambio-☺️🙏Dato le rigide norme anti covid(I miei dovevano fare il tampone ogni 5giorni)-Non potevo avere visite “reali” ma sono stata in continuo contatto con parenti e amici.Gaya ha fatto anche una mini visita,a portarmi un regalino e a prendersi il calendario!!

Ora sono tornata a casa -sto avendo una medicazione ogni tre giorni, e la ferita si sta rimarginando sempre di più-Con il bel tempo in arrivo speriamo di poter riprendere a poco a poco le normali attività-Casper è stato ben curato,ma è stato ugualmente depresso e triste per la nostra mancanza, ma ora si sta riprendendo-

As you know, this year we all spent the festive season under the weather, due to the anti-COVID restrictions.

As you know, the wound on the buttocks has healed well, but the wound on the heel has remained. I stayed in hospital for a month and a half (first with a machine called vac I had to remove the injection,then the operation)-This time due to the anti covid rules Aunty Nella couldn’t join us,but Mum who stayed with me all the time even at night,they took over-☺️🙏Due to the strict anti covid rules(My parents had to have a swab every 5 days)-I couldn’t have “real” visits but I was in constant contact with relatives and friends. Gaya even had a mini visit,to bring me a little present and get the calendar!!!Casper was well being after,but nonetheless he was depressed and sad-now we’re back home he is happy again