Pubblicato in: A casa con Caterina, articoli ospiti, cibo, cronaca, estate, foto, ginevra, italia, luisa, novita', paesaggi, ristoranti, roma luisa, tradizioni, tradizioni, turismo, vacanze, valentina, valentina, visite

Vacanza in Canada

This summer we decided to go and visit a small part of the vast territory that Canada has to offer. We were attracted both by the nature and the opportunity to do a family roadtrip amidst amazing scenery, as well as the possibility of catching up with our Canadian uncles and cousins. The trip didn’t disappoint!

We landed in Toronto after a long day in planes and airports. A modern, very North-American city that the girls immediately loved. We mixed some tourism and some shopping for some basics as our luggage was mysteriously misplaced during the flights. In the evening, we got to catch up with the wonderful Olivia who is living and working in Toronto.

 

After this city break, we headed north. First stop was in Huntsville where Rosalba and Steve hosted us and treated us to a full Canadian summer lake experience, with canoeing, boating, tubing, swimming… as well as culinary delights ranging from barbecues to roasting marshmallows in the evening sunset.

 

Next, we spent a few days in a cabin in the Algonquin natural park. This is a beautiful and unspoiled park with lots of forests, lakes and rivers. We enjoyed hiking on some of the very well marked trails, biking along a disused railway track, and canoeing to a little island in the middle of the lake that the kids loved exploring. The other big hit were the chipmunks that lived near our cabin and were very friendly. A common sight for the locals but definitely a delight for the kids, as some were brave enough to come and eat some feed straight from the kids’ hands!

 

We then proceeded to head further north still, to the fabled land of North Bay. We spent a couple of days with the rest of the Zappalà family and enjoyed Enzo and Elena’s cuisine, Jude’s musical and hockey talents, and Kathi and Cristina’s never-ending array of games and fun. The whole family had a blast and it was wonderful to see how well everyone got on – felt like we had been all hanging out together for years. We tried to plant a few seeds in everyone’s minds that a reverse visit in Europe should follow soon.

 

Time was running out so we had to press to the last few stops. One evening in Ottawa gave us a sense of this historical city and the capital of Canada. The following day we headed East towards Montreal, with a short stop in a nature reserve called Parc Omega where the kids enjoyed seeing many of the Canadian animals up close. Montreal again had a very different feel to the other big cities, both from the language perspective but also architecturally with the old town having a more European feel. We managed to visit a large part of the city with a bike tour, and get a good view from the top of the panoramic wheel. We also got to meet the local police to report that our hire car was stolen! Of course this did not stop us as we were quickly equipped with a new vehicle and on our way to the last stop.

 

Just one and a half hours away we had the last two days to relax after the city life. We visited the “Eastern Townships” of Magog and Ayers Cliff, a tourist destination by the lakes here and we were again struck by the lovely villages and got to enjoy time on the lakes.

 

Thanks you for two memorable weeks, Canada!

 

 

Quest’estate abbiamo deciso di andare a visitare una piccola parte del vasto territorio Canadese. Siamo stati attratti sia dalla natura che dall’opportunità di fare un viaggio in famiglia in uno scenario straordinario, nonché dalla possibilità di incontrare i nostri zii e cugini canadesi. Il viaggio non ha deluso!

 

Siamo atterrati a Toronto dopo una lunga giornata in aereo e in aeroporto. Una città moderna, molto nordamericana, che le ragazze hanno subito amato. Abbiamo mescolato un po’ di turismo e un po’ di shopping dato ché i nostri bagagli erano misteriosamente perduti durante i voli. La sera abbiamo incontrato la fantastica Olivia che vive e lavora a Toronto.

 

Dopo questa pausa in città, ci siamo diretti a nord. La prima tappa è stata a Huntsville, dove Rosalba e Steve ci hanno ospitato e ci hanno regalato un’esperienza completa delle attività estive canadesi, con canoa, canottaggio, tubing, nuoto… così come delizie culinarie che vanno dai barbecue alla tostatura di marshmallow ammirando il tramonto.

 

Successivamente, abbiamo trascorso alcuni giorni in una capanna nel parco naturale dell’Algonquin. Questo è un parco bellissimo e incontaminato con molte foreste, laghi e fiumi. Ci siamo divertiti a fare escursioni su alcuni dei sentieri molto ben segnalati, in bicicletta lungo un binario ferroviario in disuso e in canoa verso una piccola isola nel mezzo del lago che i bambini hanno adorato esplorare. L’altro grande successo sono stati gli “chipmunk” – un tipo di scoiattolo endemico.  Un animale comune per la gente del posto ma sicuramente un novità per i bambini, dato che alcuni sono stati abbastanza coraggiosi da venire a mangiare un po’ di cibo direttamente dalle loro mani.

 

Ci dirigemmo quindi ancora più a nord, nella favolosa terra di North Bay. Abbiamo trascorso un paio di giorni con il resto della famiglia Zappalà e ci siamo goduti la cucina di Enzo ed Elena, i talenti musicali e di hockey di Jude e la serie infinita di giochi e divertimento di Kathi e Cristina. L’intera famiglia si è divertita moltissimo ed è stato meraviglioso vedere come andavano d’accordo tutti – sembrava che fossimo stati insieme per anni. Abbiamo naturalmente incoraggiato tutti a venirci a rendere visita in Europa rapidamente!

 

Il tempo a disposizione stava finendo, quindi abbiamo dovuto continuare alle tappe succesive. Una sera a Ottawa ci ha dato un’idea di questa città storica e capitale del Canada. Il giorno seguente ci siamo diretti verso est in direzione di Montreal, con una breve sosta in una riserva naturale chiamata Parc Omega, dove i bambini si sono divertiti a vedere da vicino molti degli animali canadesi. Montreal aveva un’atmosfera molto diversa dalle altre grandi città, sia dal punto di vista linguistico ma anche architettonico con la vecchia Montreal che aveva un’atmosfera più europea. Siamo riusciti a visitare gran parte della città con un tour in bicicletta e ad avere una buona vista dalla cima della ruota panoramica. Abbiamo anche incontrato la polizia locale per denunciare che la nostra auto a noleggio è stata rubata! Ovviamente questo non ci ha fermato perché siamo stati rapidamente equipaggiati con un nuovo veicolo e siamo diretti all’ultima fermata.

 

A solo un’ora e mezza di distanza abbiamo passato gli ultimi due giorni in relax dopo la vita cittadina. Abbiamo visitato le “Cantons le l’Est” di Magog e Ayers Cliff, una destinazione turistica sui laghi qui e siamo rimasti nuovamente colpiti dagli incantevoli villaggi e abbiamo potuto goderci i laghi.

 

Grazie per due settimane memorabili, Canada!

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, autunno, cronaca, curiosità, estate, italia, negozi shopping, novita', paesaggi, Reggio Calabria, tradizioni, tradizioni, turismo, vacanze, varie vacanze, visite, visite

Vacanza Reggina 2022

Le amiche

Finalmente, dopo quattro anni di assenza, per via del covid e problemi miei di salute, siamo riusciti a tornare a Reggio Calabria, a casa di mia zia la carissima Nella-

È stata una settimana molto ricca intensa,abbiamo ritrovato vari amici che non vedevamo da tempo, visto mio zio Andrea e la moglie Gisa, fatto lunghe passeggiate sul lungomare sulla moto e sulla sedia, fatto shopping sul corso, preso il tradizionale aperitivo del cordon bleau, e andati al ristorante-

Un aneddoto carino è stato che siamo tornati al ristorante dopo come minimo 6 7 anni la padrona del ristorante ci ha riconosciuto!Ovviamente ci ha trattato bene!!

Si è stato un viaggio lungo di 700 ma ne è valsa la pena!!Alla prossima.

Come sempre la Zia Nella ha fatto di tutto e di più per accoglierci

Finally, after four years of absence, because of the covid and my health problems, we managed to return to Reggio Calabria, at my aunt’s Nella house. It was a very rich and intense week, we found several friends we had not seen for a long time, saw my uncle Andrea and his wife Gisa, took long walks along the promenade on the bike and chair, shopping on the course, took the traditional cordon bleau aperitif, and went to the restaurant.A nice anecdote was that we returned to the restaurant after at least 6 7 years the restaurant owner recognised us!She obviously treated us well!! It was a long journey of 700km but it was worth it! See you next time-As always, Aunt Nella did everything and more to welcome us

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, contatti, cultura, estate, foto, inverno, italia, natura, novita', paesaggi, roma, tradizioni, tradizioni estate amici compagnia, turismo, vacanze, visite

Passeggiata a Valmontone

Ieri siamo dovuti andare a Palestrina,per ritirare il nuovo busto,e così mentre abbiamo dovuto aspettare per il ritiro,ne abbiamo approfittato,per andare in un centro commerciale (outlet )li vicino che era da un po’ di tempo che non ci andavamo-anche se il tempo non era dei migliori,non ha piovuto anche se era nuvoloso.Io ho preso degli occhiali da sole,e una giacca viola(che si vede in foto)Yesterday we had to go to Palestrina, to pick up the new bust, and so while we had to wait for the collection, we took the opportunity to go to a mall (outlet) nearby that was a while since we went there-although the weather was not the best, it did not rain even if it was cloudy. I took some sunglasses, and one jacket already there is purple (which you can see in the picture)

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, amici, animali, articoli ospiti, autunno, ciriosita', cronaca, cultura, curiosità, foto, hobby, inverno, italia, novita', Pasqua, ricette ospiti, tempo meteo, tradizioni, tradizioni estate amici compagnia, turismo, vacanze, varie foto, visite

Quartiere Pigneto (Roma)articolo ospite di gaya

PIGNETO.
Ieri mi trovavo al Pigneto e, seguendo lo spunto di un gruppo di tortore che mi hanno fatto pensare a Caterina, loro grande amica, ho pensato di scrivere qualcosa su questo quartiere, a me molto caro. È un quartiere abbastanza periferico e per certi aspetti degradato e abbandonato a se stesso, fra la via Casilina e la Prenestina, ma, come i nomi stessi di queste grandi arterie suggeriscono, anche pieno di storia e di umanità, passata e recente. Infatti oltre la decadente ferrovia si scorge un imponente acquedotto antico romano, e oltre la via della “Movida”, caratterizzata da piccoli locali dedicati al rito dell’aperitivo frequentati da giovani (e meno giovani!) “hipsters”, compaiono villini primo-noveventeschi davvero pittoreschi, viuzze riscattate dall’abbandono amministrativo grazie all’amore dei residenti che hanno colorato i muri con murales spesso a tema politico (e poetico). Non a caso questo quartiere è stato mostrato nella sua realtà popolare e struggente da Pierpaolo Pasolini, e in questi giorni è in corso una mostra fotografica lungo il quartiere dedicata alle pellicole qui girate dallo scomparso regista. Una particolarità è anche la metro C, da poco aperta, che ha finalmente collegato quartieri prima “off-limits” come questo al centro di Roma. Avendo come snodo s. Giovanni, essa ospita un museo sotterraneo dedicato a tutti i reperti trovati durante i lavori di scavo, con un bellissimo allestimento che indica, man mano che ci si inoltra in profondità sulla scala mobile, quali periodi ed eventi storici corrispondono ai rispettivi livelli di profondità della terra. Negozi che segnalo con piacere sono: la libreria “Spazio Nagual”, in via Vincenzo Coronelli, che affronta tematiche spirituali e relative alla ricerca interiore; l’alimentari bio “Panis Naturae”, particolarmente interessante per il suo panificio che rifornisce molti punti “Natura Sì” di Roma con i suoi prodotti sani e squisiti, in via Romanello da Forlì; il locale “Er Ciriòla”, in stile vintage, molto simpatico con una vastissima selezione di “ciriole” (tipico panino romano) farcite in ogni modo possibile!

PIGNETO. Yesterday I was in Pigneto and, following the cue of a group of turtledoves that made me think of Caterina, their great friend, I thought of writing something about this neighborhood, which is very dear to me. It is a rather peripheral neighborhood and in some ways degraded and abandoned to itself, between Via Casilina and Prenestina, but, as the names of these major arteries suggest, also full of history and humanity, past and recent. In fact, beyond the decadent railway you can see an imposing ancient Roman aqueduct, and beyond the street of the “Movida”, characterized by small places dedicated to the ritual of the aperitif frequented by young (and not so young!) “hipsters”, appear really picturesque early-nineteenth-century villas, narrow streets redeemed from administrative neglect thanks to the love of residents who have colored the walls with murals often with a political (and poetic) theme. It is no coincidence that this neighborhood was shown in its popular and poignant reality by Pierpaolo Pasolini, and these days is running a photo exhibition along the district dedicated to the films shot here by the late director. A peculiarity is also the Metro C, recently opened, which has finally connected neighborhoods before “off-limits” like this to the center of Rome. Having as its junction s. Giovanni, it houses an underground museum dedicated to all the artifacts found during the excavation work, with a beautiful display that indicates, as you go deeper on the escalator, which periods and historical events correspond to the respective levels of depth of the earth. Stores that I would like to point out with pleasure are: the bookstore “Spazio Nagual”, in via Vincenzo Coronelli, which deals with spiritual themes and inner research; the organic grocery “Panis Naturae”, particularly interesting for its bakery that supplies many “Natura Sì” points in Rome with its healthy and delicious products, in via Romanello da Forlì; the restaurant “Er Ciriòla”, in vintage style, very nice with a wide selection of “ciriole” (typical Roman sandwich) stuffed in every possible way!

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, animali, autunno, cani, casper, cibo, compleann, compleanno, cronaca, inverno, italia, novita', pittura, ristoranti, roma, tempo meteo, tradizioni, tradizioni estate amici compagnia, vacanze, visite, visite

Compleanno!!!

Although this is not a good time, as we know, because of the death of Casper, at least we were able to organize the first reunion (after three years!) because of Covid, and other events … where we finally managed to bring together all the friends, (Including Sabrina), and it was a really nice day and a distraction we really wanted!!! Thank you all for participating, and we hope soon to be able to repeat (this time husbands and children stayed home but we will do it again!)

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, cani, cene, contatti, cronaca, cultura, estate, ginevra, italia, luisa, natura, paesaggi, ristoranti, roma, tradizioni, turismo, vacanze, valentina, visite

Un agosto intenso ,ma piacevole!

Come ben sapete,ha fatto molto caldo,ma abbiamo speso molto bene il tempo,tra passeggiate,nuotate in piscina,lo scartamento dei regali,uscite nei vari ristoranti.Purtroppo quest’anno dato il periodo di ferie,non ci sono stati i cavalli,ma si rifaranno quanto prima!!

Also this year, from 11 to 19 August we had the pleasant company of grandchildren-have been about two weeks-as you know, it was very hot, but we spent very well the time, including walks, swimming in the pool, the unwrapping of gifts, outputs in various restaurants. Unfortunately, this year given the vacation season, there were no horses, but we will make up as soon as possible!

Pubblicato in: A casa con Caterina, amici, cani, cibo, cronaca, cultura, curiosità, inverno, italia, natura, novita', paesaggi, Pasqua, ristoranti, tradizioni, turismo, vacanze, visite

Zia Nella in trasferta

Dal 10al 21 luglio,abbiamo avuto l’onore di poter ospitare la cara zia Nella-Anche se in quella settimana,il tempo è stato più fresco del solito,abbiamo goduto al massimo,la presenza di zia nella-Finalmente le ho potuto mostrare come nuoto,e abbiamo potuto fare qualche gita fuori porta,come al mercato centro commerciale,e ristorante-questa volta non ci sono state visite,la prossima vedremo!!Arrivederci😘☺️


From July 10 to 21, we had the honor of being able to host dear Aunt Nella-Although in that week, the weather was cooler than usual, we enjoyed to the fullest, the presence of Aunt Nella-Finally I was able to show her how I swim, and we were able to take a few trips out of town, such as to the market mall, and restaurant-this time there were no visits, the next we will see!!!Goodbye😘☺️

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, amici, compagnia, cronaca, curiosità, estate, foto, ginevra, hobby, italia, luisa, natura, novita', paesaggi, ristoranti, tradizioni, tradizioni estate amici compagnia, turismo, vacanze, valentina, varie estate, visite, visite

Si riapre!!!

Finally, for some time now, the Zappalà house has reopened its doors, and we have started to see people – Suzy has come, of whom I unfortunately do not have a photo, Elena, so we finally got to meet Alessandro Giulia with Sabina, and last weekend we were visited by Tony with Marcello – (obviously with due caution) who will be next?! Follow us and you will find out!

Pubblicato in: A casa con Caterina, amici, autunno, cibo, cronaca, curiosità, foto, inverno, italia, paesaggi, ristoranti, roma, tradizioni, vacanze, visite

Natale in vacanza..oppure no..

Come ben sapete, quest’annata tutti abbiamo passato le feste sotto tono, per le restrizioni anticovid-

Io le ho passate ancora in maniera diversa,in Ospedale -Come ben sapete la ferita al gluteo è ben guarita ,ma è rimasta la ferita al tallone.Sono Rimasta in ospedale un mese e mezzo(prima con un macchinario chiamato vac dovevo togliere l’iniezione,poi l’operazione)-Stavolta per le norme anti Covid Zia nella non ha potuto raggiungerci, ma mamma che e’rimasta sempre con me anche di notte,si sono dati il cambio-☺️🙏Dato le rigide norme anti covid(I miei dovevano fare il tampone ogni 5giorni)-Non potevo avere visite “reali” ma sono stata in continuo contatto con parenti e amici.Gaya ha fatto anche una mini visita,a portarmi un regalino e a prendersi il calendario!!

Ora sono tornata a casa -sto avendo una medicazione ogni tre giorni, e la ferita si sta rimarginando sempre di più-Con il bel tempo in arrivo speriamo di poter riprendere a poco a poco le normali attività-Casper è stato ben curato,ma è stato ugualmente depresso e triste per la nostra mancanza, ma ora si sta riprendendo-

As you know, this year we all spent the festive season under the weather, due to the anti-COVID restrictions.

As you know, the wound on the buttocks has healed well, but the wound on the heel has remained. I stayed in hospital for a month and a half (first with a machine called vac I had to remove the injection,then the operation)-This time due to the anti covid rules Aunty Nella couldn’t join us,but Mum who stayed with me all the time even at night,they took over-☺️🙏Due to the strict anti covid rules(My parents had to have a swab every 5 days)-I couldn’t have “real” visits but I was in constant contact with relatives and friends. Gaya even had a mini visit,to bring me a little present and get the calendar!!!Casper was well being after,but nonetheless he was depressed and sad-now we’re back home he is happy again

Pubblicato in: A casa con Caterina, articoli ospiti, autunno, cronaca, cultura, curiosità, estate, foto, hobby, italia, natura, novita', paesaggi, tradizioni, turismo, visite

Articolo ospite a cura di Rosalba-gita al giardino botanico

Dopo mesi ristretti con le nostre attivita’ a causa del COVID, abbiamo approfitatto del bel tempo per visitare i Giardini Botanici Reali situati nella citta di Hamilton, Ontario. Con piu di 250 acri di giardini coltivati e 27 km di sentieri questo posto e’ pieno di vedute pittoresche per tutta la stagione estiva. Io ed Olivia siamo state fortunate di visitare questo posto durante questo periodo dell’anno al centro della fioritura di peonie, allium, iris e rose.
Abbiamo fatto molte foto di questi prati di fiori che ci fa piacere condividere con voi.
Quale foto e la vostra preferita?

After months of being restricted with our outings due to COVID, we took advantage of the beautiful weather and visited the Royal Botanical Gardens located in Hamilton, Ontario.
With over 250 acres of cultivated gardens and 27km of trails, the RBG is full of picture-perfect views all season long.
Olivia and I were fortunate enough to be there at a time when the alliums, peonies, roses, and irises were in full bloom. We enjoyed taking photos of the various blooms and now we would like to share them with all of you. Which is your favourite?

Pubblicato in: autunno, cibo, compagnia, cronaca, cronaca, curiosità, estate, foto, hobby, natale foto, negozi shopping, novita', paesaggi, ristoranti, roma, tempo meteo, tradizioni, tradizioni, vacanze, varie, visite

Saldi saldi saldi

Come ben sapete, Gennaio è caratterizzato dai saldi.Ogni volta che usciamo, teniamo sempre gli occhi aperti, nel caso che riusciamo a prendere qualcosa che ci piace, o che è un affare o utile.
Fin’ora ho comprato: un pigiama, una maglia(molto adatta a me!!)dei beads per il bracciale.Gennaio ancora non è finito, e c’è ancora tempo per qualche altro acquisto!!

Voi fate shopping?! Ho fate acquisti in altri periodi dell’anno?! Cosa hai comprato

With January, the sales have arrived,and as you know, when ever we go out, we like to look for the “bonne affaires” and like to take advantage of the sales.
For now I have bought:a pigiama a jumper (had to buy it!!)some beads for the bracelet.January hasn’t yet finished still got time to buy something!!

What about you?! Do you await for the sales or do you prefer doing shopping in other times of the year?! What did you buy!?