Pubblicato in: A casa con Caterina, animali, autunno, cani, cene, cronaca, curiosità, estate, hobby, inverno, italia, paesaggi, ristoranti, tradizioni, tradizioni estate amici compagnia, turismo, vacanze

Ritrovarsi a cena

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, cene, cronaca, curiosità, estate, film, ginevra, hobby, italia, luisa, meteo, novita', tradizioni estate amici compagnia, valentina, valentina

24 ore con Tony e bambini

Questo fine settimana,ci sono venuti a trovare Tony e bambini-Sono arrivati venerdì notte(tra ritardi e cambio di programma all ‘ultimo).Abbiamo passato lo stesso un ottimo fine settimana ,facendo ristorante la prima sera,poi passeggiata,piscina cose varie in piscina-adesso li aspettiamo per la loro venuta in estate!☺️a presto

This weekend, we were visited by Tony and the kids-They arrived on Friday night (between delays and last minute change of plans) We still had a great weekend, had a restaurant the first night, then a walk, pool and various things in the pool-now we’re waiting for them to come in the summer!☺️soon This weekend, we were visited by Tony and the kids-they arrived on Friday night (between delays and last minute changes of plans) We still had a great weekend, had a restaurant the first night, then a walk, pool and various things in the pool-now we’re waiting for them to come in the summer!

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, contatti, cultura, estate, foto, inverno, italia, natura, novita', paesaggi, roma, tradizioni, tradizioni estate amici compagnia, turismo, vacanze, visite

Passeggiata a Valmontone

Ieri siamo dovuti andare a Palestrina,per ritirare il nuovo busto,e così mentre abbiamo dovuto aspettare per il ritiro,ne abbiamo approfittato,per andare in un centro commerciale (outlet )li vicino che era da un po’ di tempo che non ci andavamo-anche se il tempo non era dei migliori,non ha piovuto anche se era nuvoloso.Io ho preso degli occhiali da sole,e una giacca viola(che si vede in foto)Yesterday we had to go to Palestrina, to pick up the new bust, and so while we had to wait for the collection, we took the opportunity to go to a mall (outlet) nearby that was a while since we went there-although the weather was not the best, it did not rain even if it was cloudy. I took some sunglasses, and one jacket already there is purple (which you can see in the picture)

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, amici, animali, articoli ospiti, autunno, ciriosita', cronaca, cultura, curiosità, foto, hobby, inverno, italia, novita', Pasqua, ricette ospiti, tempo meteo, tradizioni, tradizioni estate amici compagnia, turismo, vacanze, varie foto, visite

Quartiere Pigneto (Roma)articolo ospite di gaya

PIGNETO.
Ieri mi trovavo al Pigneto e, seguendo lo spunto di un gruppo di tortore che mi hanno fatto pensare a Caterina, loro grande amica, ho pensato di scrivere qualcosa su questo quartiere, a me molto caro. È un quartiere abbastanza periferico e per certi aspetti degradato e abbandonato a se stesso, fra la via Casilina e la Prenestina, ma, come i nomi stessi di queste grandi arterie suggeriscono, anche pieno di storia e di umanità, passata e recente. Infatti oltre la decadente ferrovia si scorge un imponente acquedotto antico romano, e oltre la via della “Movida”, caratterizzata da piccoli locali dedicati al rito dell’aperitivo frequentati da giovani (e meno giovani!) “hipsters”, compaiono villini primo-noveventeschi davvero pittoreschi, viuzze riscattate dall’abbandono amministrativo grazie all’amore dei residenti che hanno colorato i muri con murales spesso a tema politico (e poetico). Non a caso questo quartiere è stato mostrato nella sua realtà popolare e struggente da Pierpaolo Pasolini, e in questi giorni è in corso una mostra fotografica lungo il quartiere dedicata alle pellicole qui girate dallo scomparso regista. Una particolarità è anche la metro C, da poco aperta, che ha finalmente collegato quartieri prima “off-limits” come questo al centro di Roma. Avendo come snodo s. Giovanni, essa ospita un museo sotterraneo dedicato a tutti i reperti trovati durante i lavori di scavo, con un bellissimo allestimento che indica, man mano che ci si inoltra in profondità sulla scala mobile, quali periodi ed eventi storici corrispondono ai rispettivi livelli di profondità della terra. Negozi che segnalo con piacere sono: la libreria “Spazio Nagual”, in via Vincenzo Coronelli, che affronta tematiche spirituali e relative alla ricerca interiore; l’alimentari bio “Panis Naturae”, particolarmente interessante per il suo panificio che rifornisce molti punti “Natura Sì” di Roma con i suoi prodotti sani e squisiti, in via Romanello da Forlì; il locale “Er Ciriòla”, in stile vintage, molto simpatico con una vastissima selezione di “ciriole” (tipico panino romano) farcite in ogni modo possibile!

PIGNETO. Yesterday I was in Pigneto and, following the cue of a group of turtledoves that made me think of Caterina, their great friend, I thought of writing something about this neighborhood, which is very dear to me. It is a rather peripheral neighborhood and in some ways degraded and abandoned to itself, between Via Casilina and Prenestina, but, as the names of these major arteries suggest, also full of history and humanity, past and recent. In fact, beyond the decadent railway you can see an imposing ancient Roman aqueduct, and beyond the street of the “Movida”, characterized by small places dedicated to the ritual of the aperitif frequented by young (and not so young!) “hipsters”, appear really picturesque early-nineteenth-century villas, narrow streets redeemed from administrative neglect thanks to the love of residents who have colored the walls with murals often with a political (and poetic) theme. It is no coincidence that this neighborhood was shown in its popular and poignant reality by Pierpaolo Pasolini, and these days is running a photo exhibition along the district dedicated to the films shot here by the late director. A peculiarity is also the Metro C, recently opened, which has finally connected neighborhoods before “off-limits” like this to the center of Rome. Having as its junction s. Giovanni, it houses an underground museum dedicated to all the artifacts found during the excavation work, with a beautiful display that indicates, as you go deeper on the escalator, which periods and historical events correspond to the respective levels of depth of the earth. Stores that I would like to point out with pleasure are: the bookstore “Spazio Nagual”, in via Vincenzo Coronelli, which deals with spiritual themes and inner research; the organic grocery “Panis Naturae”, particularly interesting for its bakery that supplies many “Natura Sì” points in Rome with its healthy and delicious products, in via Romanello da Forlì; the restaurant “Er Ciriòla”, in vintage style, very nice with a wide selection of “ciriole” (typical Roman sandwich) stuffed in every possible way!

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, autunno, ciriosita', cronaca, cronaca, cultura, paesaggi, roma, tempo meteo, tradizioni, tradizioni estate amici compagnia, turismo, vacanze, varie, varie foto

Marzo tempo matto

For us, February and March have been fairly quiet, with the usual routine activities, i.e. swimming pool, sunbathing when possible, shopping centre, then various visits to get the car fixed, which I’ll show you later-Thursday the hairdresser came and I got my hair cut-The weather in February and March so far has been much colder than January, in fact we’ve often had a cold wind, even if it’s sunny-In fact, the turtledoves had started to nest, but since yesterday they’re no longer there, evidently they’ll be back later-what’s the weather like there?

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, animali, artivoli ospiti, autunno, compagna, cronaca, cultura, curiosità, estate, foto, italia, natura, novita', paesaggi, tradizioni, tradizioni estate amici compagnia, turismo, vacanze, varie foto

Articolo ospite di Gaya -lago di Nemi(Castelli Romani Rm)

NEMI.
Lunedì abbiamo fatto una passeggiata intorno al lago di Nemi, forse il più grazioso dei Castelli Romani. Un paesino a picco su un lago pieno di segreti, fra cui navi romane trovate sul suo fondo e un semi-intatto tempio alla dea Diana, non visitabile ufficialmente purtroppo, e incredibilmente facente parte della proprietà della fattoria “Il Nemus”. Altre volte siamo stati lì e gentilmente ce lo hanno fatto visitare, coi suoi pavimenti a mosaici, che affaccia direttamente sul lago. Inoltre abbiamo comprato presso di loro molti barattoli di marmellata di rose antiche, una specialità prodotta da questi due simpatici signori che coltivano queste varietà di profumatissime rose che non hanno mai subito modifiche: la rosa damascena e la centifolia. In questa fattoria hanno percorsi didattici per bambini, animali come asini e caprette e un “teatro di paglia”, attività in cui spiegano le antiche origini di questi luoghi, da sempre votati al culto della Dea. La cosa bizzarra è che tutti gli animali della fattoria, per un puro caso, gatti compresi, sono esclusivamente femmine! La Dea reclama ancora le sue esigenze e le sue multiformi ancelle :)Lo sciroppo di rise antiche del Nemus-le foto sono in momenti diversi perché siamo andati spesso

NEMI.On Monday we took a walk around Lake Nemi, perhaps the prettiest of the Castelli Romani. A small village overlooking a lake full of secrets, including Roman ships found at the bottom of it and a semi-underground temple to the goddess Diana, not officially visitable unfortunately, and incredibly part of the property of the farm “Il Nemus”. Other times we have been there and they kindly let us visit it, with its mosaic floors, overlooking the lake. We also bought from them many jars of old rose jam, a speciality produced by these two nice gentlemen who grow these varieties of fragrant roses that have never been altered: the Damask rose and the Centifolia. On this farm they have educational paths for children, animals such as donkeys and goats and a “straw theatre”, activities in which they explain the ancient origins of these places, which have always been devoted to the cult of the Goddess. The bizarre thing is that all the animals on the farm, by pure chance, including cats, are exclusively female! The Goddess still claims her needs and her multiform handmaidens :)The syrup of ancient laughter of Nemus-the photos are at different times because we went often

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, animali, autunno, cani, casper, cibo, compleann, compleanno, cronaca, inverno, italia, novita', pittura, ristoranti, roma, tempo meteo, tradizioni, tradizioni estate amici compagnia, vacanze, visite, visite

Compleanno!!!

Although this is not a good time, as we know, because of the death of Casper, at least we were able to organize the first reunion (after three years!) because of Covid, and other events … where we finally managed to bring together all the friends, (Including Sabrina), and it was a really nice day and a distraction we really wanted!!! Thank you all for participating, and we hope soon to be able to repeat (this time husbands and children stayed home but we will do it again!)

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, articoli ospiti, autunno, cultura, curiosità, inverno, paesaggi, ristoranti, tradizioni, tradizioni estate amici compagnia, turismo, vacanze, varie ottobre

Autumn in Canada -articolo ospite da Rosalba

Recentemente, ho trascorso una giornata con una escursione su uno dei molteplici sentieri interpretativi dell’Algonquin Provincial Park in Ontario, Canada (a 40 minuti da casa mia). Questo vasto parco di 7663 chilometri quadrati con vicinanza a Toronto (364 km in auto)e Ottawa (276 km in auto) è uno dei parchi più famosi del Canada. I colori autunnali attirano migliaia di visitatori da tutto il mondo. Generalmente il momento per gustare lo scenario spettacolare sarebbe da metà settembre a metà ottobre. Oltre alla visione dei colori autunnali, l’Algonquin Park offre diverse altre attività tra cui trekking (a tutti livelli), canoa, pesca, mountain bike, equitazione, campeggio, picnic, birdwatching ecc. Bisogna essere consapevoli che c’è una forte concentrazione di fauna selvatica tra cui orsi neri,lupi, cervi, alci, volpi ecc. Forse alcuni seguaci di “Il Mondo” hanno familiarità con i famosi artisti canadesi conosciuti come Il Gruppo dei Sette. Gran parte della loro ispirazione artistica è derivata dall’incredibile scenario di Algonquin Park.

Recently, I spent a day hiking on one of the several interpretive trails of Algonquin Provincial Park in Ontario, Canada (located 40 min from my home). This vast park of 7,653 square kilometres with proximity to Toronto (364 km by car)and Ottawa (276 km by car)is one of the most popular parks in Canada. The fall colours attract thousands of visitors from all over the world. Typically, the peak time to view the spectacular scenery would be from mid-September to mid-October. In addition to fall colour viewing, Algonquin Park offers several other activities including hiking (all levels), canoeing, fishing, mountain biking, horseback riding, camping, picnicking, bird watching etc. One must be mindful that with all this wilderness comes wildlife including black bears, wolves, moose, fox, deer, etc. Perhaps some of “Il Mondo”followers are familiar with the famous Canadian artists known as the Group Of Seven. Much of their art inspiration came from the incredible scenery of Algonquin Park.

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, articoli ospiti, cene, estate, tradizioni estate amici compagnia, vacanze

Pesto rivisitato

PESTO REVISITED. This is a fairly classic recipe, but a friend who took a cookery course gave us this variation, which I tried to make again yesterday…. Not for dieters!!! 😀 I cut the potatoes into small pieces and boiled them, then I added some filleted courgettes; I mixed everything with olive oil, some garlic, toasted almonds and pine nuts, plenty of fresh basil and mint, and a lot of pecorino cheese! Then I ‘diluted’ the mixture with the pasta cooking water to make it more liquid… Et voila, a million calories but no regrets!!! 😀

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, articoli ospiti, cene, cibo, cronaca, curiosità, estate, paesaggi, ricette ospiti, ristoranti, tradizioni, tradizioni estate amici compagnia, vacanze

Ricetta ospite di Gaya”ketunbar”

Un piatto che ho mangiato sempre volentieri in un ristorante di Testaccio che mi piace molto (e ora gli faccio anche pubblicità: si chiama “Ketùmbar”, è un ristorante molto particolare perché un’intera, ampia parete è costituita da una vetrata che poggia direttamente sui “cocci” accumulati e stratificati per decenni, da cui è costituito il Monte Testaccio a Roma!) è una parmigianina di zucchine romanesche al coccio. Oggi ho provato a rifarla! Le foto sono abbastanza esplicative, posso aggiungere che semplicemente ho sovrapposto strati di zucchine, che avevo precedentemente fritto, alternandole con il sugo di pomodoro al basilico e il formaggio! Ho usato una provola affumicata e del pecorino… A volte andando nei posti ci di può lasciar ispirare e provare a ripetere a casa qualcosa che ci è piaciuto particolarmente!


A dish that I have always liked to eat in a restaurant in Testaccio that I like a lot (and now I am also advertising it: it is called ‘Ketùmbar’, it is a very special restaurant because a whole, large wall is made of a glass wall that rests directly on the ‘cocci’ (fragments) accumulated and stratified for decades, which make up the Monte Testaccio in Rome! Today I tried to make it again! The photos are quite explanatory, I can add that I simply layered courgette, which I had previously fried, alternating them with the basil tomato sauce and cheese! I used a smoked provola and some pecorino… Sometimes going to places you can be inspired and try to repeat at home something you particularly liked!

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, amici, compagnia, cronaca, curiosità, estate, foto, ginevra, hobby, italia, luisa, natura, novita', paesaggi, ristoranti, tradizioni, tradizioni estate amici compagnia, turismo, vacanze, valentina, varie estate, visite, visite

Si riapre!!!

Finally, for some time now, the Zappalà house has reopened its doors, and we have started to see people – Suzy has come, of whom I unfortunately do not have a photo, Elena, so we finally got to meet Alessandro Giulia with Sabina, and last weekend we were visited by Tony with Marcello – (obviously with due caution) who will be next?! Follow us and you will find out!