Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, vacanze

5 minuti con i bambini e ragazzi/futura mamma-cosa pensano di questo periodo

Come ben sappiamo da un mese a questa parte,siamo costretti, a stare in casa grazie al corona virus-Mi sono permessa, grazie anche all’aiuto dei genitori, di fare qualche intervista di come stanno reagendo i bimbi che conosco ecco le domande e risposte

ti mancano i tuoi amici?do you Miss your friends

ti manca andare a scuola?do you Miss your school

cosa pensi di questo periodo?what do you think of this period

ti piacela scuola online!?Do you like online schooling

Luisa8annisvizzera

Olivia Ontario Canada 🇨🇦

I definitely miss not being able to hang out with friends and go out, it has definitely been a huge adjustment period and shock from my normal busy routine. We are trying to make the most of this period by FaceTiming our friends, taking free online courses, reading, working out, and learning new skills!! I am trying to be patient with the situation, and looking forward to when this is all over 😊😊Sicuramente mi manca il fatto di non poter uscire con gli amici e di non poter uscire, è stato sicuramente un periodo di adattamento enorme e lo shock della mia normale routine impegnata. Stiamo cercando di sfruttare al meglio questo periodo con FaceTiming i nostri amici, frequentando corsi online gratuiti, leggendo, facendo esercizio fisico e imparando nuove abilità! Sto cercando di essere paziente con la situazione, e non vedo l’ora di vedere quando tutto questo sarà finito 😊😊

Sabina (6 anni Roma)

  • Cosa pensi del periodo?
    Bellissimo. Preferisco restare a casa perché posso giocare a quello che voglio e la merenda è più buona!
  • ti piace la scuola online? No affatto
    What do you think of the period? Beautiful. I prefer to stay home because I can play what I want and the snack tastes better! Do you like online school? No, I don’t.

Matteo5anni Roma

Ciao Cate!
Si mi mancano molto i miei amici e andare a scuola! Mi piace molto disegnare, dipingere, fare i lavoretti con tanti materiali. Sono felice di giocare con mamma e papa’. Hi, Cate! Yes I really miss my friends and go to school! I really like to draw, paint, do chores with lots of materials. I’m happy to play with mom and dad.

😍

Emanuele16anni San ilario d’enza

I miei amici mi mancano un po’ ma grazie alle videochiamate riusciamo cmq a stare in contatto…

Andare a scuola non mi manca…facevo sempre fatica a svegliarmi presto però studio lo stesso tanto anzi di più…ogni giorno ci sono videolezioni quindi da fare ce n’è e le giornate sono piene lo stessoÈ un periodo strano ma sono tranquillo a casa anche se i miei genitori vanno a lavorare…mi spiace tanto per le persone che si ammalano e soprattutto quelle che sono morte…spero tanto trovino presto una cura e un vaccinoLa scuola online da una parte mi piace perché non devo svegliarmi presto ma ci sono le cose negative: è più difficile comunicare e chiedere spiegazioni, all’inizio alcuni miei compagni facevano confusione, disturbavano, interrompevano, ora sono più bravi e va meglio…ormai andremo avanti fino alla fine dell’anno scolastico quindi dobbiamo considerare normale studiare così

I miss my friends a little bit but thanks to video calls we can stay in touch… I don’t miss going to school… I always had a hard time to wake up early but I study the same, even more so… every day there are video lessons so there are plenty to do and the days are full of the same… It’s a period of time strange but I’m quiet at home even if my parents go to work…I’m so sorry for people who get sick and especially those who have died…I hope they find a cure and a vaccine soon…I like online school on the one hand I like it because I don’t have to wake up early but there are the negative things: it’s more difficult to communicate and ask for explanations, at the beginning some of my classmates were confusing, disturbing, interrupting, now they are better and better … now we will go on until the end of the school year so we must consider it normal to study like this

Flavio New York 5anni

Ecco le risposte di Flavio:
-Do you miss not going to school? I do not miss it because I have fun at home.

  • ti manca non avere i tuoi amici? Sì, mi mancano i miei amici Jacob e Max. Ti piace la scuola online? Mi piacciono alcune cose come le storie, la matematica e il disegno, ma le poesie, la scrittura e tutto il resto è noioso. 🤣 cosa ne pensi di questo periodo? Mi piace stare a casa, ma mi manca nuotare e visitare i giardini botanici. Mi manca anche avere appuntamenti di gioco.ti manca non avere i tuoi amici? Sì, mi mancano i miei amici Jacob e Max. Ti piace la scuola online? Mi piacciono alcune cose come le storie, la matematica e il disegno, ma le poesie, la scrittura e tutto il resto è noioso. 🤣 cosa ne pensi di questo periodo? Mi piace stare a casa, ma mi manca nuotare e visitare i giardini botanici. Mi manca anche avere appuntamenti di gioco.

Paolo e Giulio (Roma)

Sicuramente mi manca il fatto di non poter uscire con gli amici e di non poter uscire, è stato sicuramente un periodo di adattamento enorme e lo shock della mia normale routine impegnata. Stiamo cercando di sfruttare al meglio questo periodo con FaceTiming i nostri amici, frequentando corsi online gratuiti, leggendo, facendo esercizio fisico e imparando nuove abilità! Sto cercando di essere paziente con la situazione, e non vedo l’ora di vedere quando tutto questo sarà finito 😊😊
Non mi manca andare a scuola perché dovevo uscire di casa la mattina presto quando fa freddo, adesso non devo uscire!
Mi piace la scuola a distanza perché si usa Zoom!
Questo periodo un po’ mi piace e un po’ non mi piace. Non mi piace perché muoiono le persone, mi piace perché posso giocare e guardare la tv.

I certainly miss not being able to go out with friends and not being able to go out, it was definitely a huge adjustment period and the shock of my normal busy routine. We are trying to make the most of this time with FaceTiming our friends, taking free online courses, reading, exercising and learning new skills! I’m trying to be patient with the situation, and I can’t wait to see when all this is over 😊😊 I don’t miss going to school because I had to leave home early in the morning when it’s cold, now I don’t have to go out! I like distance school because you use Zoom! I kind of like this period and I kind of don’t. I don’t like it because people die, I like it because I can play and watch TV.

Rachele(8anni)Roma

GIULIO (6)
Sì, mi mancano tanto gli amici
Mi manca la scuola e il mio banco
La scuola a distanza mi piace perché vedo gli amici, ma non mi piace perché ci sono tanti compiti
Non mi piace questo periodo perché posso andare fuori solo in giardino o a buttare la spazzatura.

Yeah, I really miss my friends. I miss school and my desk I like distance school because I see friends, but I don’t like it because there’s so much homework. I don’t like this period because I can only go out in the garden or take out the trash.

Jude Northbay

  1. I do miss going to school. Not really for the classes, but for the social aspect because I always like to be around my friends and classmates.
  2. I miss my friends and classmates a lot. Not being able to go out is really tough for most people my age, but we try to get around that by texting and using FaceTime to talk to each other.
  3. Personally, I really like the online school format. I have a pretty good work ethic so for the most part, I can just complete my work at the start of the week and not have to worry about it. But, for some other kids online school is a big problem because there is no one to tell them to do their work; some kids need a little push to get things done.

Mi manca andare a scuola. Non proprio per le lezioni, ma per l’aspetto sociale, perché mi piace sempre stare con i miei amici e i miei compagni di classe. Mi mancano molto i miei amici e i miei compagni di classe. Non poter uscire è davvero difficile per la maggior parte delle persone della mia età, ma cerchiamo di aggirare la cosa inviando messaggi e usando FaceTime per parlare tra di noi. Personalmente, mi piace molto il formato scolastico online. Ho un’etica del lavoro piuttosto buona, quindi per la maggior parte del tempo posso completare il mio lavoro all’inizio della settimana senza dovermi preoccupare. Ma, per alcuni altri ragazzi la scuola online è un grosso problema perché non c’è nessuno che dica loro di fare il loro lavoro; alcuni ragazzi hanno bisogno di una piccola spinta per portare a termine le cose.

Andrea Jr (Avellino)

Certo che mi mancano i miei amici, ma sto cercando di tenermi in contatto con loro attraverso i social network

All’inizio non credevo che l’università mi potesse mancare, ma effettivamente l’assenza di molte piccole cose, anche tra semplici colleghi, inizia a farsi sentire.

Penso che questo periodo sia uno dei più particolari degli ultimi decenni. Tralasciando tutti i fattori economici e politici, e soffermandomi sul lato umano, credo che questo periodo sia un’opportunità di crescita per tutti noi: da quanto tempo non restavamo “da soli” a contatto con noi stessi? Senza possibilità di evadere siamo stati costretti a fare i conti con i nostri stessi pensieri: c’è chi ne ha approfittato per rilassarsi, chi per meditare sui propri errori e chi sulla propria vita in generale.I think this period is one of the most particular in recent decades. Leaving aside all the economic and political factors, and dwelling on the human side, I believe that this period is an opportunity for growth for all of us: how long has it been since we were “alone” in contact with ourselves? With no chance to escape we were forced to reckon with our own thoughts: some took the opportunity to relax, some to meditate on their mistakes and some on their lives in general.

Elena (in dolce attesa)

grande e latente preoccupazione. Nessuna madre penserebbe mai di trascorrere la sua gravidanza durante il corso di una pandemia insidiosa e dalla portata mondiale. Eppure, la solita fortunella, a me è successo! J E questa situazione di confino e impossibilità a muoversi, iper-controllo delle strutture sanitarie, rende in effetti le normali pratiche e visite di una gestazione di sicuro più difficoltose. E, a conti fatti, spero che nei prossimi mesi le cose migliorino così da non ritrovarmi a dover partorire a casa con la consulenza telefonica di un qualche ginecologo improvvisato (cosa che, più o meno, è già accaduta a qualche altra novella madre). Ma, di contro â€“ vediamo il lato positivo, c’è senz’altro meno caos e forse alcune ‘pratiche’ mi sono state anche per questo motivo snellite, in termini di tempi e logistica. Certo, a quest’altezza in cui procedo a passo spedito (si fa per dire) verso le ultime fasi della gestazione, mi sarebbe piaciuto andare in giro a vedere di persona le cose da fare, da comprare, per me e per il futuro nascituro (un maschio, per la gioia della mamma aarghhh, anzi no per la gioia del papà J)! E, forse, in effetti lo farò non appena la fase critica sarà passata. Nel frattempo, però, tra una pausa e l’altra tra lavoro, sonni, e pasti, navigo in maniera compulsiva su internet in cerca di informazioni, possibili cose da acquistare, e corsi pre-parto da fare (eventualmente) online. Per noialtri abituati a “campare” su internet e di internet non è niente di sconvolgente, ma certo Ã¨ che la reclusione forzata non facilita lo smaltimento dello stress psicologico legato alle turbolenze ormonali e agli attacchi famelici tipici della gravidanza (vedi I think this period is one of the most particular in recent decades. Leaving aside all the economic and political factors, and dwelling on the human side, I believe that this period is an opportunity for growth for all of us: how long has it been since we were “alone” in contact with ourselves? With no chance to escape we were forced to reckon with our own thoughts: some took the opportunity to relax, some to meditate on their mistakes and some on their lives in general. T-Rex in piena astinenza da cibo). Il coronavirus ci ha messo, a noi futuri genitori così come – anche se in maniera decisamente più invisibile – ai futuri pargoli, di fronte a una prima grande sfida famigliare, e speriamo che superata questa saremo poi in grado di affrontare con una certa facilità ogni altra sfida che si prospetti all’orizzonte. The best is yet to come! Per ora, aspettiamo fiduciosi, con un inscindibile misto di gioia, frenesia, e inquietudine, la fine della quarantena, così come quella delle 40 settimane. #mothertobe

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, vacanze

Articolo ospite-a cura di Bruno &Mitzy-“i lavori artigianali di Bruno

Devo dire che da quando sono andato via da Rivoli (2010) ho fatto molto poco con la scultura e mi sono dedicato alla preparazione delle cornici, a Rivoli c’era la nostra Associazione di Scultura ed Intaglio che stimolava a fare e poi il nostro maestro Enrico Rimoldi era molto bravo e riusciva a darti delle idee ed ad aiutarti in caso di necessità. Qui a Pergine ho iniziato a procedere con il Cacciatore delle Alpi, tipico soggetto del Sudtirolo, sono stato molto lento con il lavoro, ora devo fare alcune rifiniture ma è un lavoro noioso, procedo solo quando mi vergogno di non averlo ancora finito.
La scultura dell’Angelo che vola sopra le montagne l’ho realizzata perché mi piaceva un quadro di Pietro Verdini, pittore molto noto nel territorio ed anche in Germania ed Inghilterra. Ora voglio scolpire un frate, avevo un ramo di ciliegio ed avevo visto una foto che mi piaceva, così ho iniziato a preparare il fissaggio del ramo ed ora inizierò a fare qualcosa. La scultura mi piace sempre ma da quando sono a Pergine sono stato occupato con le iniziative culturali e l’ho molto trascurata, ora in tempo di Coronavirus, l’ho ripresa assieme alla lettura di tanti libri che aspettavano di essere spolverati e letti.
In successione devo fare due facciate di capitello per metterle in cucina, dove ho rivestito una parete con le perline, e realizzato due colonnine su cui le dovrò inserire. Ho già pensato a lungo a come farle ed ora potrei iniziare a lavorare, i due pezzi sono già pronti.
Le cornici mi sono sempre piaciute perché, per me, servono per mettere in evidenza il quadro. All’inizio le facevo di legno che poi le finivo con la cera d’api, poi amici pittori mi hanno regalato dei quadri ed ho voluto renderle policrome in modo da abbinarle al soggetto, il risultato mi è piaciuto.
I due supporti per le lampade del giro scale per andare in mansarda sono stati un lavoro che ho fatto dopo il trasloco a Pergine, allora dovevamo incominciare a sistemarci e le luci avevano la priorità.
Come puoi notare io sono solo un artigiano del legno.

I must say that since I left Rivoli (2010) I did very little with sculpture and I dedicated myself to the preparation of the frames, in Rivoli there was our Association of Sculpture and Carving that stimulated to do and then our master Enrico Rimoldi was very good and was able to give you ideas and help you in case of need. Here in Pergine I started to proceed with the Hunter of the Alps, a typical South Tyrolean subject, I was very slow with the work, now I have to do some finishing touches but it’s a boring work, I proceed only when I am ashamed not to have finished it yet. The sculpture of the Angel flying over the mountains I made it because I liked a painting by Pietro Verdini, a painter very well known in the territory and also in Germany and England. Now I want to sculpt a monk, I had a cherry tree branch and I saw a picture that I liked, so I started to prepare the fixing of the branch and now I will start to do something. I always like the sculpture but since I’m in Pergine I’ve been busy with cultural initiatives and I’ve neglected it a lot, now in Coronavirus time, I’ve taken it back with the reading of many books waiting to be dusted and read. In succession I have to make two sides of capital to put them in the kitchen, where I covered a wall with beads, and made two columns on which I will have to put them. I have already thought long and hard about how to make them and now I could start working, the two pieces are already ready. I’ve always liked the frames because, for me, they serve to highlight the painting. At the beginning I made them out of wood and then I finished them with beeswax, then friends painters gave me some paintings and I wanted to make them polychrome in order to match them with the subject, I liked the result. The two supports for the lamps of the stairway to go in the attic were a job that I did after the move to Pergine, then we had to start to settle down and the lights had priority. As you can see, I’m just a wood craftsman.

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, articoli ospiti, cene, cibo, cultura, curiosità, estate, foto, italia, paesaggi, Pasqua, ricette ospiti, ristoranti, tradizioni, turismo, vacanze, varie foto

Ricetta ospite -a cura di Gaya-Lasagne

LASAGNA.
A Pasqua ho preparato una lasagna, come molte altre persone, in realtà! È un piatto assai ricco che, nella tradizione italiana, si mangia di solito nei giorni di festa. Ho preparato un ragù (vegetale per me) con soffritto, polpa di pomodoro allungata con brodo di verdure e poi mischiato con una besciamella che ho fatto con farina, latte e burro rosolato; i varii fogli di pasta per lasagna sono stati quindi alternati con questa salsa, su cui venivano a loro volta posti pezzetti di formaggio e, infine, parmigiano. Facendo diversi strati ho poi infornato mettendo anche un po’ di latte ai bordi per far cuocere meglio la pasta, che spesso tende a rimanere un po’ secca. Devo dire che è venuta molto buona, soprattutto perché avevo trovato dei formaggi molto saporiti: provola affumicata e stracchino stagionato!

LASAGNA.





LASAGNA. At Easter I prepared a lasagna, like many other people, actually! It is a very rich dish that, in the Italian tradition, is usually eaten on holidays. I prepared a sauce (vegetable for me) with fried, tomato pulp stretched with vegetable broth and then mixed with a béchamel which I made with flour, milk and browned butter; the various sheets of pasta for lasagna were then alternated with this sauce, on which were in turn placed pieces of cheese and, finally, Parmesan. Making several layers I then baked also putting a little ‘milk on the edges to cook better the pasta, which often tends to stay a bit ‘dry. I must say that it came very good, especially because I had found some very tasty cheeses: smoked provola and stracchino

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, cibo, curiosità, estate, hobby, italia, luisa, ristoranti, vacanze, valentina

Buona Pasqua

Nonostante questa, non sia certamente una Pasqua normale , Il mondo di Cate vi vuole stare comunque vicini e augurarvi a voi e alle vostre famiglie una buona Pasqua.Quali sono le vostre tradizioni?!il tempo com’è da voi?!

Nonostante la quarantena,per fortuna la tecnologia ci fa sentire più vicini, e a sentire meno la distanza!voi come passate la quarantena?!

Even though, this isn’t a normal Easter 🐣 il Mondo di Cate want to wish you and your families a very happy Easter.what are your traditions?!what is the weather with you??

Fortunately technology help us to stay connected and to feel less lonely.How do you pass the time?!

Pubblicato in: A casa con cate, A casa con Caterina, amici, animali, autunno, cene, cibo, cronaca, cronaca, cultura, estate, foto, io ho un sogno, italia, natura, negozi shopping, novita', paesaggi, ristoranti, roma, tradizioni, tradizioni, tradizioni estate amici compagnia, turismo, vacanze, varie, varie foto

Sogniamo!!!

Come purtroppo è già noto a tutto,da circa un mese”siamo costretti “a stare a casa per via del Coronavirus.
Questo però non ci impedisce di sognare, e di stare insieme virtualmente (per ora )quindi vi chiedo a ciascuno di voi,di allegare con una foto,due tre luoghi dove vi piacerebbe essere,e con chi !!!grazie a tutti

As you are well aware of,since about a month,we”are forced” to stay in for the Corona virus.This though won’t prevent us,to stay together virtually (for now)and so I am asking you to attach 3places of where you would like to be,and with who!! Thank you

pensa positivo

è importante, soprattutto in questo periodo di pensare positivo, pensare alle belle cose che si potrà fare dopo, tra cui Pranzi cene Ritrovarsi con amici e parenti Vacanze feste

inoltre, in questo periodo è bene crearsi una routine quotidiana.voi cosa fate?!

think positive

In this period it is crucial to think posive and to focus on the positive side of things, and to think about all the nice things you can do after.catching up with friends and family going out for lunches and dinner going out shopping planning an holiday .

in this period Also it is useful to have a daily routine .what do you do?!?